Vigorito, il patron del Benevento: “Si, è vero, volevo ingaggiare Totti”

Pubblicato il autore: Stefano Salamida Segui


Alla vigilia del match dell’olimpico tra Roma e Benevento, il presidente dei campani Oreste Vigorito ha raccontato un aneddoto al quanto particolare. Intervistato dalla radio romana Rete Sport, ha parlato di tanti argomenti che riguardano il calcio italiano, iniziando con il calciomercato appena concluso. “Abbiamo fatto un mercato mirato con l’obiettivo di non retrocedere. Abbiamo preso giocatori importanti che in passato hanno vestito maglie di squadre molto più importanti del Benevento; Sagna, per esempio, ha capito che oltre al denaro c’è l’amore e la passione per il calcio che qui, troverà sicuramente”. Dal mercato, alla Lega e ai diritti televisivi:”La proposta di ridurre il numero delle squadre partecipanti alla serie A, sarebbe solo una spartizione dei diritti televisivi da parte dei grandi club. Credo sia giusto rivedere le regole della divisione degli utili sui diritti tv, c’è troppa differenza tra i club grandi e piccoli. Ad esempio, anche la Lega B è penalizzata, soprattutto perché è una categoria che investe tanto sui giovani che hanno bisogno di visibilità.  Bisogna rivedere anche i rapporti contrattuali con allenatori e calciatori, perché il mondo del calcio è l’unico dove chi è licenziato continua a essere pagato fino a tutta la durata del contratto”.

Infine, gli viene chiesto se erano vere le voci del desiderio del Benevento di ingaggiare Francesco Totti: “Si, ci ho pensato, perché ho un grandissimo rispetto per Totti. Purtroppo, quando ha deciso di ritirarsi, ho accettato la sua decisione accantonando questo mio grande desiderio. E’ uno degli atleti che ha dimostrato umiltà e trasparenza, oltre che ad essere il grande campione che tutti abbiamo ammirato, solo chi non ama il calcio poteva pensare di non avere Totti nella propria squadra”. Infine, una frecciatina per chi si è rifiutato di vestire la maglia del suo Benevento:” In questo calciomercato mi sono trovato meglio con i calciatori stranieri che con quelli italiani. Hanno preferito non giocare e fare panchina in altri club, piuttosto che venire a giocare qui da noi, come se avessimo la peste. Ma anche se ci fosse, bisognerebbe aiutare e non tirarsi indietro”.

Stasera c’è Roma – Benevento e Francesco Totti sarà sicuramente in tribuna. Vedremo se Vigorito gli proporrà la fatidica domanda e quale sarebbe stata la risposta dell’ex capitano della Roma, anche se la conosciamo già.

  •   
  •  
  •  
  •