Buffon non lascerà la Nazionale, dopo Argentina e Inghilterra futuro in FIGC ?

Pubblicato il autore: Luigi Lencioni Segui

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews


Buffon
chiuderà la sua storia con la nazionale italiana con la doppia amichevole contro Argentina e Inghilterra. Di Biagio ha convocato il portierone, chiedendogli una mano nel partecipare con la sua lunga esperienza alla creazione del nuovo gruppo. La sua carriera, l’ esperienza e la bacheca avrebbero fatto da stimoli ai giovani selezionati per capire cosa vuol dire essere convocati. Ecco che con e sempre Buffon non si e’ tirato indietro, quando la patria chiama sempre a disposizione.

potrebbe interessarti ancheCagliari e la Nazionale ai piedi di Barella. Fenomenologia di un campione umile.

La lunga carriera culminata con la vittoria mondiale di Berlino sta giungendo al termine, ma poi cosa accadrà? Quali saranno gli sviluppi della carriera del portiere? Se ne parla molto ma sempre con troppa superficialità, per l’ qualcosa di azzurro sembra muoversi. Pensare a Buffon che lavora ancora da dietro una scrivania per tutti noi italiani non è fantacalcio. In federazione, stanno seriamente pensando di trovare un ruolo da collante fra le nazionali e Buffon che potrebbe rappresentarci degnamente in ogni contesto. Dopo l’ ultimo governo FIGC a dir poco deludente, tutti noi sappiamo la fine che ha fatto Tavecchio, occorre un volto forte. Ecco che la soluzione Gianluigi sembra perfetta e mette d’accordo tutti.

potrebbe interessarti ancheMondiali Ciclismo Innsbruck 2018: le liste dei convocati di tutte le nazionali

Per non ripetere un’ altra mancata qualificazione ad una fase mondiale. Un ruolo attivo, non dietro una scrivania , dove Costacurta  saprà farsi valere. Tutto il nostro calcio deve rilanciarsi in Europa e nel mondo attraverso una federazione nuova, giovane e snella che abbia un programma serio e a lungo termine . Non deve più regnare l’ incertezza e il pensiero a salvare solo la propria poltrona. Sarà un addio dolce, bellissimo ed emozionante, per un portiere unico, leggendario che tutti ci invidiano, dalla longevità incredibile. Di giocatori del genere ne nascono uno ogni mille anni, fortunati gli italiani che hanno avuto la possibilità di ammirarne le qualità non solo in campo. Ecco il giusto premio, prima pero’ ci vuole una meritatissima standing ovation.

notizie sul temaJuventus: come cedere campioni e rinforzarsi. Il curioso caso di Gianluigi Buffon e Gonzalo HiguainRanking FIFA settembre 2018: Francia e Belgio prime a pari merito. Brasile terzo, Italia ventesimaJuventus, stoccata di Capello: “Finalmente ha un portiere”. Ma è uno scherzo
  •   
  •  
  •  
  •