Momo Salah quasi presidente in Egitto, quanto avrebbe fatto comodo alla Roma?

Pubblicato il autore: Simone Iannnello Segui

La velocità e l’immenso atletismo del piccolo faraone egiziano è ancora impresso nella mente dei tifosi della Roma ma in generale di tutta la nostra serie A. Mohamed Salah aveva fatto benissimo alla Fiorentina ma con i colori giallorossi sembrava davvero inarrestabile. Si, è vero forse un pò troppo sprecone sotto porta ma quanti assist per Dzeko e compagni partivano dalle incursioni letali di Momo? Salah da solo era in grado di fare e disfare qualunque cosa, che fosse partire palla al piede da metà campo o dalle retrovie e trovare l’assist perfetto o fallire occasioni da vero sprecone d’aria di rigore. Nonostante alcune lacune sotto porta Salah nei due anni a Roma ha presentato un conto salatissimo per le difese avversarie fatto di corsa, gol e assist e insieme a Nainggolan e Dzeko facevano un tridente in avanti davvero invidiabile e competitivo.

potrebbe interessarti ancheSalah, goal epico da corner conl’Egitto poi l’infortunio (VIDEO)

L’arrivo di nuovi componenti della dirigenza e Monchi, combinati alla voglia forse prematura della Roma di fare subito cassa per rinforzarsi in altri reparti come la difesa e il centrocampo hanno portato al sacrificio proprio di colui il quale proprio più di tutti doveva essere tutelato e salvaguardato dalla società viste le enormi qualità e gli ampissimi margini di miglioramento oltre che la giovane età. Cosa che fa ancora di più arrabbiare è la cifra con la quale il Liverpool si è accaparrato i benefici offensivi di Salah, “solo” 42 milioni di Euro con la possibilità di 8 di bonus. La cifra in questo momento sembra in modo quasi assurdo troppo esigua visto cosa Mohamed Salah sta facendo vedere in Premiere league e in Champions League. Oggi Salah ha siglato il suo 29esimo centro in Premier League condito da assist e prestazioni da vero fenomeno. La Roma e Monchi non possono che mangiarsi le mani per quanto fatto, considerando che i sostituti di Salah non sono stati minimamente all’altezza. Schick e Defrel pagati quasi 60 milioni di euro tra parte fissa e bonus sono stati completamente inesistenti in questo campionato e soprattutto finora in champions League, chiamando Dzeko a fare gli straordinari e a perdere parte della sua brillantezza nei match più importanti. La Roma oggi è stata fermata da un Bologna ostico ma non ostacolo insormontabile e la squadra di Di Franceso ha veramente dimostrato problematiche realizzative e di assistenza sotto porta che erano proprio il pane quotidiano di Salah. Questa Roma con questo Salah si troverebbe certamente in una posizione di classifica ben più vicina alle due di testa e non rischierebbe fino all’ultime di fallire l’entrata in champions visto le prestazioni di Lazio e Inter.

potrebbe interessarti ancheChampions, Napoli-Liverpool: Ancelotti punta su Mertens, Klopp si affida al trio Salah-Firmino-Mané

Tutti hanno capito il valore immenso di Salah e soprattutto Jurgen Klopp allenatore del Liverpool in cui Salah sta facendo le sue fortune ma anche il popolo egiziano che dopo essere stato trascinato più volte in coppa d’Africa a suon di reti da Salah ora e pronto a sbarcare ai mondiali di Russia. Gli egiziani alle elezioni presidenziali tenute nelle scorse ore hanno dimostrato tutto il loro amore per il nativo di Basyoun, addirittura arrivato secondo con la bellezza di 5 milioni di voti( e non era neanche candidato) dietro al generale/dittatore7presidente Al Sisi .

notizie sul temaSalah vince il Puskas Award 2018 per il gol più bello dell’anno (VIDEO)Premier League, stop inatteso per il Manchester City. Salah lancia il LiverpoolROSTOV-ON-DON, RUSSIA - JUNE 17: Alisson of Brazil bursts an inflatable ball during the 2018 FIFA World Cup Russia group E match between Brazil and Switzerland at Rostov Arena on June 17, 2018 in Rostov-on-Don, Russia. (Photo by Kevin C. Cox/Getty Images)Alisson, la Roma è già un ricordo: “Liverpool è un enorme passo avanti per me”
  •   
  •  
  •  
  •