VAR, nasce la nuova moviola in campo: addio stadio, centrale unica

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
MILAN, ITALY - DECEMBER 27: The scoreboard shows the use of the new VAR system during the TIM Cup match between AC Milan and FC Internazionale at Stadio Giuseppe Meazza on December 27, 2017 in Milan, Italy.

(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Il VAR si rifà il look: il gioiellino tecnologico al servizio della classe arbitrale, dopo un’iniziale fase di rodaggio, scandita da polemiche per presunti torti subiti a destra e a manca, è pronto per una nuova importante rivoluzione che, a quanto sembra, dovrebbe portare benefici specie in ambito logistico.
In effetti, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera nell’edizione odierna, i vertici responsabili del VAR hanno intenzione di apportate nell’immediato sostanziali modifiche allo strumento che coadiuva i direttori di gara.
Si tratta certamente di un piccolissimo accorgimento che dovrebbe tuttavia risultare determinante in special modo per gli addetti alla moviola in campo, i quali potranno definitivamente lavorare in serenità e in totale sicurezza.
Ma vediamo nel dettagli i prossimi sviluppi dell’assistente “virtuale” al servizio degli arbitri.

potrebbe interessarti ancheMoviola Juventus-Napoli, Banti e Var impeccabili: corretta l’espulsione di Mario Rui (Video)

VAR, importanti novità in vista: addio stadio ?

Trascorso un anno dall’introduzione dello strumento tecnologico al servizio della classe arbitrale ed ecco già la prima sostanziale novità: come appunto ribadito, il Corriere della Sera mostra i nuovi possibili scenari che dovrebbero coinvolgere il VAR. Nella fattispecie, l’idea sarebbe quella di emulare la stessa esperienza della Germania, in cui la moviola è dislocata in un’unica centrale con sede a Colonia. La novità sarebbe dunque quella di dislocare i vari punti deputati all’analisi dei video situati negli stadi italiani, con la possibilità di analizzare il flusso di immagini in maniera più efficacie e soprattutto nelle migliori condizioni.
I  vantaggi di una siffatta ipotesi sarebbero in primis di natura economica: la collocazione degli addetti VAR in un’unica centrale consentirebbe di fatto un notevole abbattimento dei costi. Non manca però il vantaggio di natura gestionale, che rappresenta senza ombra di dubbio il beneficio di maggior rilievo, soprattutto in favore delle squadre che scendono in campo, che avrebbero nella circostanza una direzione arbitrale che verrebbe costantemente monitorata in maniera più fluida.

potrebbe interessarti ancheVAR in Champions League dall’edizione 2019/20: il calcio non può rinunciare alla tecnologia

Ovviamente la rivoluzione in questione avrebbe non pochi dubbi, in ordine soprattutto alla rapidità delle informazioni: se il VAR dislocato nei vari stadi risponde alla esigenza dell’immediatezza, con deciso abbattimento dei tempi di invio e di ricezione dati, l’eventuale dislocazione degli impianti in un’unica sede avrebbe giocoforza problemi di natura tecnica, quali presumibili ritardi nello scambio di notizie. Il tutto a netto svantaggio sia del direttore di gara, nonché delle squadre impegnate in campo.
Alla luce di queste considerazioni, le novità che riguardarebbero il VAR nell’immediato dovrebbero rispondere alle esigenze di una efficiente linea di collegamento tra i due siti in questione. Vale la pena ricordare che la possibile sede della sala di controllo centralizzata della moviola in campo dovrebbe sorgere negli uffici collocati ai piani bassi della palazzina della Lega Serie A, situata in Milano alla via Rosellini.
Non è ancora il momento di attualizzare il progetto in questione, considerato che si parla quanto meno per la prossima stagione: tuttavia non mancano margini di manovra per eventuali valutazioni per l’attuazione dello schema in questione, soprattutto alla stregua delle circostanze analizzate precedentemente. La tecnologia in questi casi potrebbe entrare a gamba tesa sullo spettacolo offerto in campo dagli atleti, rendendolo praticamente distorto rispetto alla realtà.

notizie sul temaJuventus-Bologna, Pistocchi attacca il Var su Twitter:”Dov’è il rosso a Pjanic?”VAR Inter-Fiorentina: rigore giusto per i nerazzurri ma Mazzoleni utilizza male la moviolaZiliani polemico su Twitter: “Il Var è diventato uno strumento a uso e consumo della Juventus”
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: