Barcellona – Valencia, occasione per i blaugrana per ipotecare la Liga

Pubblicato il autore: giuseortu Segui
BARCELONA, SPAIN - OCTOBER 18: Lionel Messi of Barcelona runs with the ball during the UEFA Champions League group D match between FC Barcelona and Olympiakos Piraeus at Camp Nou on October 18, 2017 in Barcelona, Spain. (Photo by Manuel Queimadelos Alonso/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Dopo il disastro dell’Olimpico di Roma il Barcelona torna in campo in Liga. L’avversario di turno è uno dei peggiori che gli potesse capitare. Il Valencia di Marcelino, impegnato nella battaglia per la conquista dell’Europa. Un avversario scomodo, che attacca con velocità e fantasia, ma che può contare anche sulla potenza di giocatori come Zaza che hanno nella fisicità la loro arma migliore. La squadra valenciana è dunque un mix di doti e potenzialità che in questo momento decisamente critico per il Barça può mettere in seria difficoltà la squadra di Valverde, ancorché a domicilio.

Già lo scorso campionato era accaduto, infatti, che dopo l’eliminazione dalla Champions, quella volta ad opera di un’altra italiana, la Juventus, alla ripresa del campionato il Valencia piombasse al Camp Nou con la furia delle Valchirie per decidere, in battaglia, chi dovesse soccombere. E, in quella circostanza, decisero a favore della squadra della Comunitat Valenciana.

potrebbe interessarti ancheSupercoppa Spagna: il Barcellona piega il Siviglia con Dembelé e … Ter Stegen

Oggi il clima è simile a quello dello scorso anno. Con una differenza. Che quest’anno la sconfitta in Champions è molto più distruttiva di quella dell’anno passato. Il modo in cui essa è giunta è stato recepito come un evento luttuoso e catastrofico da tutto l’ambiente. A partire dalla squadra, che non per niente alla ripresa degli allenamenti nella giornata di ieri, ha mostrato capi chini, musi lunghi, e una tristezza che difficilmente si era notata nei momenti bui vissuti dai blaugrana nelle stagioni passate. Lo stesso sentimento di disfatta, come se avessero sottratto dalle mani di un candido ed innocente bambino il giocattolo preferito, è percepibile tra i tifosi. Tra le strade di Barcelona si respira un clima attonito di chi ancora non si capacita di ciò che è accaduto. E’ veramente come se fosse finito tutto la notte di Roma. C’è ancora una Liga e una Copa da vincere, ma sembra che a nessuno importi più. Sembra davvero che martedì sia finita la stagione del Barça.

Oggi vedremo come reagirà squadra e pubblico a questo fracaso di proporzioni epiche. Inizieremo a verificare l’affluenza del pubblico al Camp Nou e la loro voglia di sostenere i giocatori. Si sarà rotto qualcosa tra aficion e squadra? Questo è il momento per scoprirlo. Dalla reazione dello stadio si potranno capire tante cose. Dalla reazione dei giocatori alla barbarie di Roma si potranno anche decifrare quello che potrà essere il futuro di alcuni dei protagonisti della plantilla e di Valverde stesso. Una partita fondamentale, dunque, per una innumerevole serie di motivi.

potrebbe interessarti ancheDembélé allontana la Premier League: “Rimango al Barcellona”

Ricominciare a vincere è la medicina migliore per cercare di riprendere fiducia e un cammino verso un doblete che, al momento, è visto come la peggiore tirannia che ci possa essere al mondo. Ma è comunque un modo per ricominciare a vivere. Somatizzare il lutto per la perdita del cammino Champions sarà un processo lento e lungo. Quel percorso inizia oggi. E può partire solamente attraverso una vittoria convincente. Una eventuale caduta questo pomeriggio contro il Valencia, invece, porterebbe in dote sviluppi davvero imprevedibili, sia sul piano della classifica, sia su quello decisionale da parte della Junta Directiva.

Valverde ricomincia da Coutinho, punto fermo in questa gara di Liga. Con Rakitic out per la frattura ad un dito della mano, immediatamente operato, saranno della gara Paulinho, che nell’ultimo tempo ha perso protagonismo, e probabilmente Dembélé schierato a centrocampo. Da verificare con curiosità il ruolo che sarà assegnato a Sergi Roberto. A centrocampo come nella doppia sfida con la Roma, con Semedo dietro di lui (esperimento mal riuscito), o nuovamente esterno basso in difesa? In difesa è altamente probabile l’esclusione di Umtiti, disastroso in Champions, e il recupero in squadra di Vermaelen. In attacco nessuna novità, invece, con Messi e Suarez.

notizie sul temaPogba al Barcellona, Raiola insiste e i blaugrana propongono 3 calciatori al Manchester UnitedPogba, c’è la maxi-offerta del Barcellona: sfuma il ritorno alla Juventus?Arsenal, il rinnovo di Ramsey sembra essere ancora lontano
  •   
  •  
  •  
  •