E’ morto Ray Wilkins, ex gloria di Chelsea e Milan

Pubblicato il autore: Lorenzo Solombrino Segui


Dopo una settimana di coma non ce l’ha fatta Ray Wilkins. A 61 anni il cuore non ha retto ad un infarto arrivato mentre si trovava nella sua casa di Cobham. Centrocampista di lungo corso, esordisce con il Chelsea e riesce a vestire anche maglie prestigiose come Manchester United, Paris Saint Germain e Milan. Lascia la moglie Jackie e le due figlie Ross e Jade.

potrebbe interessarti ancheJuve-Chelsea: domani l’incontro per parlare di Rugani

In Italia approda insieme al connazionale Mark Hateley tra le file dei rossoneri nel 1984, rimanendo per tre stagioni. Scende in campo per 72 volte segnando anche 2 reti. Il suo legame con il nostro paese continua anche dopo aver appeso gli scarpini al chiodo. Nella sua carriera decennale dentro lo staff del Chelsea, ha affiancato i vari manager italiani che si sono seduti sulla panchina di Stamford Bridge. Fu, infatti, il vice allenatore di Gianluca Vialli e di Carlo Ancelotti. Ha fatto anche in tempo a ricevere incarichi da primo allenatore. Dal QPR al Fulham, passando anche per un’esperienza alla guida della nazionale della Giordania.
In Nazionale viene ricordato per l’episodio accaduto nel mondiale di Messico del 1986. Nella partita del gironcino contro il Marocco viene espulso e diventa il quarto giocatore dell storia della squadra dei Tre Leoni a ricevere un cartellino rosso.

potrebbe interessarti ancheStorie di Supereroi: George Best

notizie sul temaCalciomercato Juventus, duello Manchester City-Barcellona per Pjanic. Alex Sandro nel mirino del PsgKIEV, UKRAINE - MAY 26: Loris Karius of Liverpool looks dejected following his sides defeat in the UEFA Champions League Final between Real Madrid and Liverpool at NSC Olimpiyskiy Stadium on May 26, 2018 in Kiev, Ukraine. (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)Loris Karius ci ricasca, che papera alle spalle dei giornalisti (VIDEO)Calciomercato Liverpool, dal rinnovo di Salah al sogno Dybala. Klopp punta sempre più in alto
  •   
  •  
  •  
  •