Maradona su Real Madrid-Juventus”Il rigore non c’era, Lucas Vazquez si è tuffato”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Maradona sta con la Juventus. Un commento a sorpresa in difesa dei bianconeri eliminati sul filo di lana dal Real Madrid. Niente di meno che Diego Maradona si schiera con la Juventus nella polemica dell’ormai famoso contatto Lucas Vazquez-Benatia. “Non era assolutamente rigore, Vazquez si è tuffato. L’avrei fatto anch’io, sono cose che succedono nel calcio”. La cosa curiosa di questo commento è sicuramente la location. Maradona infatti parla dell’episodio che ha deciso i quarti di finale di Champions League, direttamente dalla sua piscina.  Mentre sta facendo il bagno. Un modo curioso per dire la sua sul match del Bernabeu. Maradona dunque si mette tra quelli che non avrebbero fischiato il rigore per il Real Madrid. Una divisione stile Guelfi e Ghibellini, che farà ancora discutere ancora molto a lungo.

Mai banale Maradona. Fiero avversario della Juventus da giocatori, ma anche delle ingiustizie. Lui che giustificò con l’ormai celeberrima “Mano de Dios” il gol segnato con la mano all’Inghilterra a Messico ’86. Anche se poi in quella stessa partita Diego segnò uno dei gol più belli della storia del calcio dribblando da solo  tutta la nazionale inglese. In questa opinione pro-Juventus ha forse anche pesato la stima che il Pibe de Oro ha di Gonzalo Higuain. Il Pipita, considerato da Maradona il miglior centravanti del mondo, non è ancora certo di partecipare al Mondiale di Russia con l’Argentina. L’ex numero dieci del Napoli si è sempre schierato contro i poteri forti. Memorabili le sue polemiche con Blatter, quando lo svizzero era presidente prima dell’Uefa e poi della Fifa. Nemici fin dal ’90, quando l’Argentina perse la finale Mondiale a Roma contro la Germania per un dubbio rigore realizzato da Brehme. 

potrebbe interessarti ancheMercato Juventus, Marotta punta un ex viola per la difesa. Higuain tra Chelsea e Milan

Maradona, un difensore in più per la Juventus

Difficilmente un episodio come quello di mercoledì sera al Bernabeu ha diviso così tanto le opinioni di addetti ai lavori e non. Il rigore ci poteva stare. Quello che non è andato giù a Buffon e compagni è la tempistica. Era l’ultima azione della partita e il contatto Vazquez-Benatia alla fine ha deciso partita e qualificazione. Maradona, come altri sportivi illustri, ha giustificato il comportamento di Buffon. Il portiere della Juventus ha avuto una reazione spontanea in campo e davanti ai microfoni.

potrebbe interessarti ancheJuventus, Ziliani attacca Dybala:”Somiglia a CR7 solo per la perdita del padre”

Ampiamente comprensibile per chi almeno una volta nella propria vita ha calciato un pallone. Maradona stesso è andato spesso fuori dagli schemi, in campo e fuori. L’argentino però è un’icona della storia del calcio, nonostante tutto. Così come lo è Buffon. Il portiere della Juventus non avrà certamente macchiato la sua carriera con questa piccola macchia. Sempre che di macchia si può parlare. L’applauso del Santiago Bernabeu, che ha accompagnato l’uscita dal campo  del numero 1 bianconero, spiega meglio di qualsiasi altra cosa il pensiero degli sportivi su Buffon. Maradona che si schiera a difesa della Juventus. Basta questo per far capire che cosa ha rappresentato per il mondo del calcio la figura di Buffon. Che tutti lo tengano a mente bene. Molto bene.

notizie sul temaCalciomercato Juventus, il Manchester City in pressing su Pjanic: pronti 100 milioniMercato Inter, il Real Madrid piomba su Icardi: offerti 110 milioniJuventus, Pogba e il possibile ritorno in bianconero. Pjanic il sacrificato?
  •   
  •  
  •  
  •