Max, ancora tu? Verstappen tampona Vettel al GP di Cina (Video) e rovina la gara del ferrarista

Pubblicato il autore: Cosimo Commisso Segui
ABU DHABI, UNITED ARAB EMIRATES - NOVEMBER 23: Max Verstappen of Netherlands and Red Bull Racing looks on in the Drivers Press Conference during previews for the Abu Dhabi Formula One Grand Prix at Yas Marina Circuit on November 23, 2017 in Abu Dhabi, United Arab Emirates. (Photo by Clive Mason/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

É appena terminato il weekend di Formula 1 in Cina, non senza trascinar con sé dubbi e polemiche. I dubbi, quelli di Lewis Hamilton, che non sente la sua monoposto iper competitiva come gli anni passati e spesso se ne è lamentato col suo box. Le polemiche, quelle di Sebastian Vettel, il quale dopo una pole position a dir poco straordinaria, ha visto infrangersi i sogni di vittoria a causa di una safety car prima, e di una sciagurata manovra di Verstappen poi. Alla fine l’ha spuntata Daniel Ricciardo, davanti a Bottas e Kimi Raikkonen a completare il podio.

Gli ultimi 20 giri della gara sono tutti di marca Daniel Ricciardo e andrebbero fatti vedere a chi avesse voglia di avvicinarsi a questo mondo. La Red Bull, avvantaggiata da una strategia studiata in modo perfetto da Horner, esce allo scoperto dopo la safety car e diviene la vettura più veloce in pista. Verstappen, aiutato dalla sua giovane età e galvanizzato dalla prestazione, decide di sorpassare azzardatamente il campione del mondo Lewis Hamilton all’esterno ma il tentativo lo porta fuori e fa perdere al giovane pilota qualche secondo. Il compagno di squadra, sfruttando il momento di confusione, sale in cattedra. Una volta sopravanzato l’olandese, Ricciardo umilia lo stesso Hamilton con un bellissimo sorpasso in fondo al rettilineo e nulla possono neanche Vettel e Bottas, che vedono sfilare il vincitore della gara.

Incidente Verstappen-Vettel

potrebbe interessarti ancheFormula 1, Ferrari-Mercedes pace sui social dopo il GP di Silverstone

Giro 43. Verstappen marca stretto Vettel, sa di esser più veloce e dipendesse da lui dispenserebbe sorpassi ad ogni rettilineo. Una minima occasione arriva durante un lungo del ferrarista ed il pilota della Red Bull, peccando ancora una volta di inesperienza, non ci pensa due volte ma causa l’ incidente. Ad avere la peggio è proprio il tedesco, il quale perde posizioni importanti e terminerà ottavo. Preferisce non commentare il tutto Vettel, che durante una comunicazione col suo muretto non esprime in pieno il suo disappunto. Il buon Verstappen se la cava con dieci secondi di penalità.

F1 GP Cina, il commento alla gara

potrebbe interessarti ancheF1, Hamilton e Wolff attaccano la Ferrari dopo GP Silverstone. Lewis: “Bella strategia le Rosse..”

Doveva essere una pista particolarmente favorevole alla Mercedes e così non è stato. Le prove libere di venerdì, stradominate da Hamilton, avevano lasciato presagire ad una passeggiata di salute per il campione del mondo. Le qualifiche, invece, hanno evidenziato per la terza volta consecutiva la capacità ritrovata della Rossa sul giro secco, vero e proprio tallone d’Achille negli ultimi anni. La gara è stata un susseguirsi di emozioni e colpi di scena, la Red Bull ha “usato” l’entrata della safety car per procedere con i pit stop e montare le gomme soft e questa si è rivelata la mossa vincente. Il rammarico più grande appartiene di certo a Sebastian Vettel, il quale ha perso un’ottima occasione per allungare e metter punti tra se ed il suo rivale. Il duello proseguirà tra due settimane, quando il tutto riprenderà dal circuito di Baku per l’atteso gran premio d’Azerbaigian. Il campionato è apertissimo e sembra poter riservare delle sorprese, tanti piloti possono dire la loro nella lotta ai primi posti, Hamilton è avvisato.

notizie sul temaLa vittoria di Vettel a Silvestone rivoluziona l’intero campionato, sempre più a tinte rosseF1 Gp Silverstone, gioia di Vettel via radio: ” Che bello qui a casa loro” (VIDEO)Pagelle F1 GP Silverstone: Vettel da urlo, Hamilton che rimonta, ottimo Raikkonen
  •   
  •  
  •  
  •