Mondiali 2026, strage di cani in Marocco per l’arrivo degli ispettori Fifa

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui
LONDON, ENGLAND - JANUARY 30: A Nike Ordem winter match ball lies in the goal net before the Premier League match between West Ham United and Crystal Palace at London Stadium on January 30, 2018 in London, England. (Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Incredibile quello che sta accadendo in Marocco, paese che si è candidato ad ospitare i Mondiali di calcio del 2026. Migliaia di turisti ed associazioni per la difesa degli animali stanno denunciano una strage continua di cani randagi in vista dell’arrivo degli ispettori della Fifa per controllare la situazione organizzativa.

potrebbe interessarti ancheRomero, che guaio per l’Argentina: niente Mondiali di Russia per l’ex Sampdoria

La città dove si stanno consumando questi veri e propri massacri sarebbero principalmente Aourir e Taghazout. I cani, in queste due città, sono liberi e vagano per le spiagge e non recano nessun danno. Da quando però il Marocco si è proposto per la competizione di calcio più importante, alcune autorità locali stanno compiendo delle vere e proprie stragi per liberare le strade.  Il tutto avviene in pubblico e senza alcun controllo delle autorità tanto che alcuni turisti avrebbero frapposto resistenze di fronte alla strage dei randagi.

potrebbe interessarti ancheLa top 11 degli esclusi dal Mondiale di Russia 2018

Il cane in Marocco non è un animale molto apprezzato diversamente dal gatto che è considerato anche per motivi religiosi un animale sacro.  Ricordiamo, che ciò accadde anche in Ucraina, prima degli Europei del 2012 organizzati con la Polonia. L’assegnazione del Mondiale sarà decretata la prossima estate poco prima dell’inizio dei Mondiali di Russia. Vedremo se la strage cinofila influirà sul giudizio degli ispettori Fifa.

notizie sul temale mancate convocazioni per il MondialeAC Milan v AS Roma - Serie ANainggolan non convocato dal Belgio per i Mondiali 2018: “C’è una cosa positiva, ho 5 settimane libere”Spagna, niente Mondiali per Morata, Suso e Callejon. Reina unico “italiano” per Lopetegui
  •   
  •  
  •  
  •