Gattuso, tegola Suso per Milan-Fiorentina. Donnarumma, possibile contestazione a San Siro

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
FLORENCE, ITALY - DECEMBER 30: Suso of AS Milan in action during the serie A match between ACF Fiorentina and AC Milan at Stadio Artemio Franchi on December 30, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Suso, stagione finita per lo spagnolo. Quella contro l’Atalanta è stata l’ultima partita dell’anno per l’ex Liverpool. Ultima tegola stagionale per Gennaro Gattuso, costretto a rinunciare all’esterno spagnolo nei novanta minuti finali di un campionato molto difficile. Suso nel finire dell’allenamento di ieri ha subito una piccola lesione alla gamba sinistra e sarà costretto ad un riposo forzato per 10-15 giorni. Il tecnico rossonero non potrà contare nemmeno su Fabio Borini perché squalificato, allora l’allenatore calabrese sta iniziando a studiare le possibili soluzioni. In caso di 4-3-3, allora sarebbe Bonaventura ad alzarsi sulla linea degli attaccanti. Altrimenti spazio al 4-3-1-2, con Calhanoglu dietro due punte.

Donnarumma-Suso, doppio addio a fine stagione?

Donnarumma, in arrivo il giudizio di San Siro. Non sarebbe la prima volta. Lo scorso dicembre, Milan-Verona di Coppa Italia, la Curva Sud rossonera lo ha apertamente contestato e invitato ad andarsene. Dopo il match con l’Atalanta gli stessi tifosi rossoneri hanno rifiutato la sua maglia. Domenica prossima San Siro sarà ancora giudice supremo per Gigio Donnarumma. Il portiere del Milan potrebbe essere contestato dopo gli errori con Juventus e Atalanta, ma più in generale per una stagione molto al di sotto delle aspettative. I rossoneri giocheranno contro la Fiorentina. Bonucci e compagni devono difendere il sesto posto, avendo un punto di vantaggio sull’Atalanta. I bergamaschi saranno di scena a Cagliari, con i sardi impegnati nella lotta per non retrocedere. Ma l’impressione è che il risultato di Milan-Fiorentina possa finire in secondo piano. Soprattutto se San Siro decidesse di schierarsi contro il numero 99 milanista.

potrebbe interessarti ancheCalciomercato Milan, insidia Real Madrid su Paquetà. Bakayoko torna già al Chelsea?

Non solo Donnarumma. Milan-Fiorentina potrebbe essere il passo d’addio ai rossoneri anche per Suso. Lo spagnolo, com’è noto, ha una clausola rescissoria di 40 milioni di euro. Chiunque lo volesse deve pagare questi soldi al Milan, avere la disponibilità del giocatore a cambiare casacca e il gioco è fatto. L’ex Liverpool ha manifestato più volte l’intenzione di restare a Milanello, ma lo scenario sembra essere molto diverso. I rossoneri hanno bisogno di soldi da reinvestire sul mercato. Gattuso sta pensando di pensare al 4-3-1-2, un modulo che non prevede la presenza di Suso in campo. In più il cardellino spagnolo vuole giocare la Champions League, competizione che il Milan non giocherà nella prossima stagione. L’ultima giornata di campionato è la partita dei saluti. Temporanei e definitivi. Anche Milan-Fiorentina non sfuggirà a questa vecchia regola del calcio.

Donnarumma-Suso, ma anche Kalinic-André Silva: sarà ancora rivoluzione Milan

Quelli di Donnarumma e Suso non saranno gli unici addii da consumare in Milan-Fiorentina. Anche Kalinic e André Silva potrebbero calcare per l’ultima volta il prato di San Siro con la maglia rossonera. Il croato potrebbe essere un’altra vittima del pubblico rossonero, visto che da mesi viene regolarmente fischiato. I tifosi milanisti sono stati molto più benevoli con André Silva, ma anche per il portoghese sembra pronto il foglio di via. Fassone-Mirabelli sono pronti a dare il via ad un’altra mini rivoluzione a Milanello.

potrebbe interessarti ancheMilan, l’arrivo di Bolt una boutade. Il giamaicano ambito da un club maltese

Un altro possibile addio potrebbe riguardare anche Jack Bonaventura. L’ex atalantino piace molto alla Juventus. Gattuso lo ritiene incedibile, ma è chiaro che davanti ad un’offerta da 25 milioni di euro ci sarebbe da riflettere. Tra tante incertezze, ecco i punti fermi. Bonucci-Romagnoli innanzitutto. La coppia centrale sarà la stessa che nella prossima stagione. A centrocampo Biglia-Kessié saranno ancora le colonne, così come Calhanoglu qualche metro più avanti. Il turco potrebbe essere il fulcro del progetto tecnico di Gattuso per la prossima stagione. Davanti resterà Cutrone, l’unico centravanti degno di questo nome attualmente a Milanello. Fondamentale potrà essere il recupero completo di Andrea Conti. L’ex atalantino dovrebbe essere pronto per settembre. Quando il mercato sarà chiuso e un’altra stagione sarà iniziata. Un’annata che non dovrà avere alibi. Di nessun tipo.

notizie sul temaShevchenko su Inter-Milan: “Higuain – Icardi che sfida. Gattuso è incredibile”Il Milan può sorridere: Gattuso recupera tre giocatori fondamentali per il derbyMilan, Pato vuole tornare e contatta Leonardo. Il Papero di nuovo in rossonero ?
  •   
  •  
  •  
  •