Inter, Rafinha promette: “Voglio restare qui”. Ausilio punta al rinnovo del prestito con il Barcellona

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Rafinha – (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images scelta da SuperNews)

Rafinha ha conquistato l’Inter. Il fantasista brasiliano è reduce dall’ennesima prestazione convincente ed è ormai diventato il fulcro del gioco della squadra di Luciano Spalletti. Nella straripante vittoria dei nerazzurri a Udine , si sono visti la solita tecnica, una condizione fisica eccellente e anche il primo gol in Serie A . L’Inter lo ritiene un elemento indispensabile, dal quale ripartire nella prossima stagione con o senza Champions, e il ds Ausilio ha in programma un viaggio in settimana a Barcellona per trovare un’intesa con i catalani per il suo riscatto. Come riportato dalle pagine de La Gazzetta dello Sport: “il piano nerazzurro è chiaro: già in settimana il d.s. Piero Ausilio tornerà in contatto con gli uomini mercato del Barcellona e farà una proposta concreta: rinnovo del prestito fino a giugno del 2019, ma stavolta con diritto di riscatto obbligatorio intorno ai 40 milioni di euro (pagamento pluriennale). Il Barcellona vorrebbe chiudere subito, ci sono però comodi margini di manovra per i nerazzurri, questo trapela anche dagli ambienti catalani.”

potrebbe interessarti ancheMercato Inter: Perisic può partire, due top club interessati

Rafinha è innamorato dell’Inter e lo ha dichiarato anche ieri nel post partita: “rimanere non dipende da me, ma voglio farlo. In testa ho solo l’Inter. Mi sono adattato rapidamente, sono felice qui. La squadra mi ha aiutato molto, ed è poi incredibile ciò che ricevo ogni giorno dai tifosi nerazzurri.”

potrebbe interessarti ancheCalciomercato Juventus, anche Marcelo dal Real Madrid?

notizie sul temaClamoroso a Sassuolo: Boateng ad un passo dal BarcellonaInter-Sassuolo 0-0 (Video Highlights Serie A): nerazzurri frenati dai neroverdi, Handanovic decisivoInter-Sassuolo streaming gratis DAZN e diretta TV Serie A, dove vedere il match oggi dalle 20.30
  •   
  •  
  •  
  •