Juventus, la lettera commovente di Totti a Buffon

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

L’ex capitano e bandiera della Roma Francesco Totti ha dedicato una lettera all’amico e rivale Gigi Buffon che, nella giornata di ieri, ha annunciato il suo addio dalla Juventus.

Da Totti a Buffon. Sono passati esattamente dodici mesi da quando Francesco Totti annunciava il suo addio al calcio giocato dopo la sua ultima partita giocata all’Olimpico: quel giorno l’ex capitano della Roma fece emozionare tutti i suoi tifosi e non solo. Emozioni che, a distanza di mesi, si potranno rivivere ma questa volta per l’addio di un’altra bandiera ovvero Gigi Buffon: domani sarà l’ultima partita con la Juventus per il capitano bianconero e tutto il mondo del calcio ha espresso il suo pensiero attraverso i social. Anche Totti, l’amico e il rivale di tante battaglie, ha dedicato un’intensa lettera al capitano bianconero pubblicata sul sito della Gazzetta dello Sport.

potrebbe interessarti ancheZiliani polemico: “Marotta via dalla Juventus? Era ormai diventato una presenza scomoda per colpa di Report”

L’emozionante lettera di Totti a Buffon. L’ex capitano della Roma racconta il suo straziante addio alla Roma e ricorda tutte le gioie e i dolori vissuti con l’amico e compagno di nazionale Buffon. Una lettera bella e colma di significato quella scritta dal numero 10 giallorosso con Berlino come sfondo di una grande avventura vissuta assieme mettendoci anche qualche battuta per smorzare questo momento strappa-lacrime: questa è la prova che si può essere rivali da una vita ma in momenti come questi non si può che lodare le gesta dell’avversario e Totti da l’esempio di essere un grande uomo prima che un rivale da battere. Ecco la lettera scritta da Totti per l’addio di Gigi Buffon:

potrebbe interessarti ancheJuventus tra i 20 brand sportivi più ricchi al mondo. Real Madrid e Barcellona sul podio

 Mi sono sempre trovato a mio agio a ruoli invertiti: io che onestamente non riuscivo a staccarmi dalla mia maglia, tu che hai provato a trasmettermi la tua razionalità. Per me è stato difficile, a tratti straziante, chiudere il cerchio. E ora che hai annunciato il tuo addio alla Juventus, caro Gigi, mi sento scaraventato di nuovo nelle sensazioni di dodici mesi fa. Non posso dirti cosa proverai domani, nel tuo stadio. Neanche so cosa ti frullerà nella testa nelle ore successive, quando deciderai se andare avanti o fermarti. Ognuno elabora le cose a modo proprio. Ma sono certo che in questi giorni ti capiterà di riavvolgere il nastro della tua carriera.  Ed è bello pensare che nei nostri rispettivi film abbiamo avuto entrambi una parte. Ci siamo incrociati da piccoli, siamo diventati a poco a poco capitani e uomini. Abbiamo difeso la stessa maglia, quella azzurra. E lottato rispettivamente per l’altra pelle: quella giallorossa io, quella bianconera tu. Faccio fatica a ripercorrere tutto con ordine, ma il vortice che ne esce fuori è davvero travolgente: vedo le notti mondiali, la coppa verso il cielo di Berlino, i nostri abbracci, li mescolo a un cucchiaio e a un paio di bordate che ti ho rifilato… e a qualche parata che ti potevi pure risparmiare! E ti dico grazie, per l’avversario e il compagno che sei stato.
P.S: Se nei prossimi giorni avrai bisogno di un consiglio, fammi uno squillo. Per te ci sarò sempre”

notizie sul temaRoma, Schick via in prestito a gennaio ? Monchi smentisce e la Sampdoria osservaREGGIO NELL'EMILIA, ITALY - DECEMBER 23: Sportif Director of FC Internazionale Milano Piero Ausilio looks on prior to the serie A match between US Sassuolo and FC Internazionale at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on December 23, 2017 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)Joachim Andersen, Inter e Juventus bussano alla porta di Ferrero. C’è anche il TottenhamMercato Roma, su Cengiz Under c’è il Bayern Monaco. Per i giallorossi vale 60 milioni
  •   
  •  
  •  
  •