Juventus-Milan, lite Allegri-Sconcerti: “Non siete lucidi” (Video)

Pubblicato il autore: Gabriele Segui
TURIN, ITALY - DECEMBER 23: Massimiliano Allegri head coach of Juventus FC looks on during the serie A match between Juventus and AS Roma at the Alliannz Stadium on December 23, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

La 71° edizione della Coppa Italia è stata conquistata dalla Juventus di Massimiliano Allegri. Grazie alla vittoria per 4-0 sul Milan, i bianconeri hanno portato a casa la 13° coppa nazionale della loro storia, la quarta consecutiva. Numeri pazzeschi per la squadra di Allegri che già domenica contro la Roma potrebbe raggiungere un altro risultato storico: la matematica conquista del 7° scudetto consecutivo. Per la Juventus ottenere un trionfo ieri sera non è stato facile. Infatti i bianconeri hanno trovato di fronte un Milan giovane, per alcuni aspetti inesperto, ma voglioso di portare a casa un trofeo che gli avrebbe garantito l’automatica qualificazione alla fase a gironi dell’Europa League.

Così, dopo 45′ di equilibrio dove i rossoneri hanno saputo rispondere colpo su colpo agli attacchi dei bianconeri, nella ripresa il match ha preso una piega inaspettata. Al 56′, infatti, è arrivato il primo squillo della Juventus con Benatia che, grazie ad un colpo di testa chirurgico, ha portato in vantaggio i bianconeri. Poi il match è stato deciso da due gravi errori di Gigio Donnarumma.  Il primo su un tiro dalla distanza di Douglas Costa che il portiere rossonero non è riuscito a bloccare, permettendo così al pallone di terminare in rete. Il secondo su un calcio d’angolo a favore della Juventus quando, in maniera goffa, Donnarumma si è lasciato sfuggire dalle mani la sfera lasciando che Benatia ne approfittasse e siglasse il gol del 3-0. A completare l’opera, poi, ci ha pensato Kalinic che, sempre su una situazione di calcio d’angolo, ha siglato un’autorete.

potrebbe interessarti ancheMercato Juventus, Marotta punta un ex viola per la difesa. Higuain tra Chelsea e Milan

Nel post partita Massimiliano Allegri, nonostante la vittoria ottenuta dai suoi ragazzi, è apparso piuttosto nervoso, specie dopo che l’opinionista di Rai Sport, Mario Sconcerti, gli ha chiesto se in questo periodo ha avvertito degli scricchiolii che potessero lasciar intendere la fine di un ciclo. La risposta del tecnico bianconero è stata piuttosto accesa: “La Juventus deve crescere sempre, quando sono arrivato c’era la paura di non passare il primo turno di Champions. Bisogna vivere con semplicità, il calcio è semplice, bisogna solo capire i momenti, gestire stimoli e così via. Io credo che oltre che parlare di tattica e robe, bisogna far capire ai corsi che il calcio non è solo teoria, ma pratica. Io sono cresciuto con Galeone, che mi ha insegnato questo. Sembra che per giocare a calcio bisogna lanciare i missili sulla luna, è qualcosa che va fuori da chi non conosce il calcio. Ci sono quelli che spiegano calcio e quelli che parlano di calcio. Cosa c’è di incrinato in una squadra che vince per 7 stagioni? Non c’è niente. Al massimo non si arriva mai, per me nulla è impossibile, al massimo non si arriva perchè ho perso le finali di Champions. Non sento che questa Juve è vicina alla fine, io mi diverto ad allenare. Abbiamo vinto e l’anno prossimo sarà un’altra stagione da giocare e provare a vincere. Nel calcio ci sono un pacco di imprevisti, saper gestire tutto e ho un’idea molto diversa da quella di tanti.

Poi Sconcerti ha replicato facendo andare su tutte le furie Allegri: “Capisco, sei stanco”.  (Allegri) “No, sono molto lucido, al contrario di molti che fanno le domande”. Infine, dopo l’invito di Sconcerti a stare calmo, il tecnico livornese ha concluso abbandonando la postazione dell’intervista:Io ho molta pazienza da vendere e vi aspetto tutti lì. Vado via, fanno certe domande”.

potrebbe interessarti ancheJuventus, Ziliani attacca Dybala:”Somiglia a CR7 solo per la perdita del padre”

notizie sul temaCalciomercato Juventus, il Manchester City in pressing su Pjanic: pronti 100 milioniJuventus, Pogba e il possibile ritorno in bianconero. Pjanic il sacrificato?Calciomercato Juventus, Pedullà: “Il Chelsea ha offerto 55 milioni per Rugani”
  •   
  •  
  •  
  •