Mercato Juventus: squadra che vince si cambia. Ecco la lista del futuro di Marotta

Pubblicato il autore: Stefano Salamida Segui
beppe-marotta-juventus-calciomercato

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Mercato Juventus – Non sempre una squadra che vince non ha bisogno di cambiare o rinforzarsi ulteriormente, si può cambiare tutto o in modo graduale, ma mantenendo comunque alte le ambizioni. Questi sono i pensieri del direttore sportivo bianconero Beppe Marotta, che, nonostante la Juventus abbia stabilito il record nel campionato italiano con la vittoria del settimo scudetto consecutivo e la conquista della tredicesima Coppa Italia, qualcosa cambierà sicuramente.

Una cosa comunque è certa, ed è quella che il portiere titolare della prossima stagione sarà il polacco Wojciech Szczesny. Gigi Buffon, infatti, ha annunciato che la partita di domenica contro il Verona all’Allianz Stadium, sarà la sua ultima volta con la maglia della Juventus, consegnando ufficialmente la fascia da capitano per la prossima stagione a Giorgio Chiellini. A questo punto, i bianconeri, cercheranno di affiancare una valida seconda scelta al portiere polacco, e il nome che circola da giorni è quello del portiere del Genoa Mattia Perin.

potrebbe interessarti ancheZiliani polemico con Massimo Mauro: “Le sue pagelle sono come quelle della Boschi su Renzi”

CAPITOLO DIFENSORI – La partenza dello svincolato Asamoah, approdato all’Inter di Spalletti e le probabili partenze di Lichtsteiner e Alex Sandro, costringeranno Marotta a cercare ben due terzini. I nomi sono ormai noti, con in pole l’ex granata Matteo Darmian e lo spagnolo del Bayern Monaco Bernat, mentre sono più defilati i profili di Alessandro Florenzi, Lucas Digne e Filipe Luis. Non sono da escludere i rientranti dai rispettivi prestiti dall’Atalanta, Caldara e Spinazzola, cresciuti tantissimo nella loro esperienza bergamasca e che andranno quindi a rinforzare ulteriormente il reparto difensivo.

CENTROCAMPO – In attesa dell’ufficialità dell’arrivo in bianconero del turco Emre Can, Beppe Marotta dovrà risolvere le probabili cessioni di Sami Khedira e Claudio Marchisio, quest’ultimo sicuro di lasciare la Juventus al termine della stagione complice anche lo scarso utilizzo da parte del tecnico Allegri, appena 14 presenze di cui 8 da titolare. Confermati senza dubbio il bosniaco Miralem Pjanic e il francese Matuidi, da monitorare l’argentino Bentancur e il rientrante dal prestito al Crotone Rolando Mandragora. La volontà dei bianconeri è quella di cercare un profilo italiano, giovane e all’altezza e nomi che circolano sono quelli dei nazionali azzurri Pellegrini della Roma e Cristante dell’Atalanta, più difficile arrivare al croato Kovacic, mentre sembrerebbe impossibile un ritorno del francese Pogba.

potrebbe interessarti ancheJuventus, Criscitiello: “Bianconeri vicini a Dennis Praet. Superata la concorrenza di Inter e Roma”

ATTACCO – Nessuno si priverebbe di attaccanti come Mandzukic, Dybala e Higuain, salvo offerte irrinunciabili, tradotto, nessuno è incedibile. Gonzalo Higuain, strappato al Napoli per ben 90 milioni due estati fa, ha decisamente ripagato le aspettative, con le sue 40 reti in 71 partite, ma un offerta di almeno 50 milioni, potrebbe far vacillare i bianconeri. Nel caso in cui qualcuno di loro dovesse andare via, il sogno della Juventus sarebbe quello di riportare in bianconero lo spagnolo Alvaro Morata. Tornerà dal prestito semestrale in Bundesliga il croato Marko Pjaca che con la maglia dello Schalke 04 non ha particolarmente brillato, soltanto 7 presenze in campionato. L’esterno croato proverà il prossimo anno a giocarsi le proprie carte in bianconero, proprio come Moise Kean, in prestito quest’anno al Verona. Anche se quest’ultimo non sembrerebbe ancora pronto per una maglia da titolare e potrebbe essere girato ancora una volta in prestito per farsi le ossa.

notizie sul temaPerin alla Juventus, Sturaro contropartita al Genoa. Trattativa avviata tra i clubSerie A, ecco la Top 11 finale. Tante le novità: ci sono Dybala e Icardi. A sorpresa anche IlicicMILAN, ITALY - NOVEMBER 23: AC Milan Sportif Director Massimo Mirabelli looks on before the UEFA Europa League group D match between AC Milan and Austria Wien at Stadio Giuseppe Meazza on November 23, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)Mercato Milan: non solo Immobile per l’attacco, spunta l’idea di uno scambio con la Juventus
  •   
  •  
  •  
  •