Real Madrid – Barcellona, Valverde: “Cercheremo di chiudere la Liga imbattuti”

Pubblicato il autore: giuseortu Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Nella conferenza stampa della vigilia del Clasico, Ernesto Valverde ha toccato alcuni importanti punti dell’attualità liguera. Gran parte dell’attenzione dei media era incentrata sul pasillo, .argomento che tiene banco in Catalunya da molte settimane ormai. A Barcelona e Madrid è l’argomento più caldo del momento e di tutto il Clasico. Zidane ha già chiarito in più circostanze che “non ci sarà alcun pasillo per i blaugrana”. Valverde, a specifica domanda, ha dichiarato laconicamente che per lui non è una mancanza di rispetto. Non è voluto entrare maggiormente sull’argomento, tanto più che non è qualcosa che dipende dal Barça. La decisione spetta ai blancos e saranno loro che spezzeranno, semmai, una tradizione consolidata che non ha nulla a che vedere con l’umiliazione con la quale è probabilmente recepita  a Chamartin, ma ha invece in sé medesimo un antico sapore di sportività e onore che va ben oltre il semplice terreno di gioco. Il tecnico blaugrana ha semplicemente voluto mettere in evidenza che un pasillo quest’anno a favore del Barça c’è stato, quello del Deportivo messo in scena all’ingresso in campo della sua squadra come omaggio per la conquista della Copa del Rey. “Nessuno gli ha dato molta importanza invero” ha precisato “perché non sussiste tra le due formazioni tutta la rivalità che invece permea le sfide e i rapporti tra FC Barcelona e Real Madrid”.

Il Clasico di domani sarà una partita che non avrà nulla da dire sul piano della classifica. Ma un Clasico è sempre una partita a se stante. E’ l’anima della rivalità storica tra due formazioni e clubs grandiosi, e non perderà mai valore solo perché non sarà decisiva per la conquista del titolo. Una partita così non potrà mai essere annacquata o spuria di significati. E’ la storia del calcio che scende in campo ogni volta. Con il Barça che ha già conquistato la Liga, questa gara ha il valore di acclarare la superiorità tecnica delle due formazioni. Battere i blancos al Camp Nou significherebbe per i blaugrana mettere in evidenza quanto il doblete possa essere molto più importante della Champions. Il valore del Barça, vincente non solo nella Liga da imbattuto, con il record di imbattibilità assoluto nella storia del campionato, con un avversario lontano addirittura 15 punti e vincente anche nel doppio confronto diretto (all’andata il risultato fu di 3-0 a favore del FC Barcelona sul terreno di gioco del Bernabeu), metterebbe chiaramente sul tavolo quali sono le reali forze delle due grandi di Spagna e aumenterebbe esponenzialmente il valore della doppia conquista blaugrana rispetto a quella possibile del Real Madrid nella finale di Champions da disputarsi contro il Liverpool. A chiunque dovesse sostenere il maggior valore del Madrid sul Barça per la eventuale conquista della Orejona, da Barcelona si potrebbe rispondere sia snocciolando l’elenco dei record conquistati quest’anno dai blaugrana, sia con la doppia vittoria nel Clasico. Sarebbe, quasi, una sentenza inappellabile.
D’altra parte, una eventuale vittoria del Madrid servirebbe ai blancos per evitare che i rivali catalani possano conseguire l’ultimo dei record in palio: chiudere la Liga senza sconfitte. Sarà una gara, dunque, ricca di spunti e motivazioni.

potrebbe interessarti ancheChampions League, nei precedenti tra Real Madrid e Liverpool c’è anche una finale

Valverde, da allenatore esperto qual’è, già prepara il campo a rivendicare il titolo di Migliore di Spagna, perché dietro specifica domanda ha dichiarato che “tutti gli allenatori danno molta importanza alla Liga perché è il campionato della regolarità. La Champions è importante e prestigiosa, sì, ma è più soggetta alle circostanze del momento”. Come dire, conquistare la Champions non significa essere migliori di coloro che non ci sono riusciti, ma vincere la Liga (con queste modalità n.d.r.) in un arco temporale di 38 partite evidenzia veramente chi è il più forte.

In merito a Iniesta Valverde ha chiarito che ancora non è in grado di dire se el de Fuentalbilla giocherà dall’inizio o meno. “Venerdì ha svolto parte dell’allenamento. Oggi svolgerà la sessione completa come gli altri. Parlerò con lui e decideremo assieme. Andrés sa benissimo quale livello di intensità richiede una partita così”.

potrebbe interessarti ancheVerso la finale di Champions League, parola a Zidane e Klopp

La partita si disputerà domenica notte, con inizio alle 20:45 al Camp Nou. Saranno collegate tutte le nazioni del pianeta e, ancora una volta, sarà una partita da lustrarsi gli occhi.
Se il Barça metterà in campo l’undici migliore, in casa madridista ci sono molti più dubbi in proposito. La tentazione di più parti del madridismo di deprezzare un Clasico che vede il Madrid lontano anni luce dall’avversario di sempre e che avrà l’opportunità e il sottile piacere di festeggiare il titolo in faccia ai rivali di una vita, è molto forte. La finale Champions alle porte, inoltre, starebbe facendo meditare Zidane sul fatto di far riposare parte dei giocatori chiave del suo schieramento. L’obiettivo sarebbe quello di snobbare l’avvenimento con la scusa di preservare forze in vista della Champions per non dare eccessivamente peso alla festa del Barça e ai loro trionfi.

In quest’ottica Zidane, nella sua conferenza stampa, ha dichiarato che “i giocatori che non sono al 100% non verranno impiegati dall’inizio”. Il giochetto blanco è sulla bocca di tutti già da diversi giorni. La tentazione è forte, anche se la cupola madridista non sembrerebbe dell’idea perché, con il Barça che farà di tutto per festeggiare in tutti i sensi, andare incontro ad una derrota historica al Camp Nou non sarebbe veramente gradito dalle alti sfere del club merengue.

notizie sul temaReal Madrid-Liverpool: tifosi in difficoltà per arrivare a Kiev. CR7 è a dieta, Salah a digiunoBarcellona, in Giappone sicuri: Iniesta sarà un nuovo giocatore del Vissel KobeBojan, l’ex Milan e Roma rivela:”Al Barcellona avevo attacchi d’ansia, nessuno lo sapeva”
  •   
  •  
  •  
  •