Antonio Rocca riceve il Premio “Salvatore Apadula”. All’evento c’erano anche Alfredo Donnarumma e Salvatore Carmando

Pubblicato il autore: Pasquale Quaglia Segui

Salvatore Apadula è stato un personaggio cardine dello sport giovanile campano. Erano gli anni della gloriosa Herajon, scuola calcio che sotto la sua ègida ha lanciato nel calcio che conta atleti come Angelo Alessio, Vincenzo Romano e Franco Palo. Ed è a Salvatore Apadula che è intitolato il Premio Sportivo che si svolge a Capaccio Paestum e che ha raggiunto quest’anno la sua quarta edizione. L’evento si è svolto venerdì 8 giugno ed ha visto la partecipazione di numerosi ospiti di prestigio nazionale, aggiuntisi a tutti quelli che durante queste edizioni si sono avvicendati onorando il Premio e i suoi crismi: Angelo Alessio, ex calciatore della Juventus e attualmente vice di Antonio Conte, Antonio e Gigio Donnarumma del Milan, Guglielmo Stendardo, ex calciatore di Juventus e Lazio, e Massimo Coda, attaccante del Benevento. Quest’anno invece erano presenti Alfredo Donnarumma, attaccante dell’Empoli, squadra neopromossa in Serie A, Salvatore Carmando, storico masseur del Napoli scudettato e di Diego Armando Maradona, e Antonio Rocca, selezionatore della Nazionale di Calcio Italiana Under 15. Ed è andato proprio a lui, esempio di passione e competenze calcistiche al servizio dei ragazzi, il Premio Sportivo “Salvatore Apadula”. A fare gli onori di casa invece c’erano Franco Sica, Assessore allo Sport del Comune dei Templi, il Presidente della BCC di Capaccio Paestum Rosario Pingaro, il generale Giuseppe Troncone, presidente dell’Associazione curatrice del Premio, il segretario della Figc provinciale Vincenzo Faccenda e il presidente della Figc Regione Campania – Lega Nazionale Dilettanti Salvatore Gagliano.

Il Premio, così come spiegato dagli organizzatori, intende ricordare la figura dell’allenatore Salvatore Apadula risaltandone soprattutto l’aspetto umano, caratteristiche che risiedono nella fisionomia del Premio stesso, che ogni anno viene assegnato seguendo i canoni della passione sportiva, della lealtà e dello spessore umano, con un particolare riguardo a quella che è la dimensione del calcio giovanile.

potrebbe interessarti ancheIl pronostico di Sconcerti: “Dietro la Juve vedo Inter, Roma, Milan e Lazio. Il Napoli rischia il sesto posto”

Alfredo Donnarumma, “Ricordo la Salernitana con affetto. Empoli è come una grande famiglia
Alfredo Donnarumma
ha trasportato quest’anno, con le sue 23 reti, l’Empoli in Serie A. Intervenuto al Premio di cui era Testimonal d’eccezione ha parlato dell’annata proficua in Toscana coronata con la promozione nella massima serie. “Empoli è come se fosse una grande famiglia. Un ambiente genuino che non mette troppa pressione e questo è stato un po’ il vantaggio che ci ha permesso di vincere il campionato” ha dichiarato Donnarumma che ha poi sottolineato la sua voglia di restare ad Empoli. Ovviamente un pensiero è andato anche al suo passato granata, “Ricordo la Salernitana con affetto. Tifoseria e città sono fantastiche nonostante in squadra abbia trovato poco spazio. Ma questi sono discorsi che interessano poco. La Salernitana mi ha dato tante emozioni e venire qui stasera è stato bello anche perché sono ritornato in una zona meravigliosa“.

Salvatore Carmando, “Quando Massimo Troisi dopo la festa Scudetto disse a Ferlaino, questo deve venire a fare i film con me
Salvatore Carmando
non ha bisogno di presentazioni. Massaggiatore del Napoli campione d’Italia e del Pibe de Oro che lo volle con sé ai Mondiali vinti dall’Argentina in Messico nel 1986. Anche se alla domanda se lui si senta Campione del Mondo risponde con un biblico “Sei tu che lo stai dicendo“. Personaggio d’altri tempi, di un calcio che adesso è troppo differente e sembra avere smarrito proprio il fascino romantico di cui Carmando sembra farsi interprete. Racconta aneddotti, si appropria del microfono come uno showman navigato ed infatti il risultato è un fine spettacolo di intrattenimento per la numerosa platea presente. “Una delle soddisfazioni più grandi è stata quando festeggiammo lo Scudetto. Con noi c’era anche Massimo Troisi. Dopo la festa andò dal Presidente Corrado Ferlaino e disse, questo qui non deve fare più il massaggiatore ma deve venire con me a fare i film“. Vedendolo anche noi giostrare in quella maniera non possiamo che concordare.

potrebbe interessarti ancheCalciomercato Napoli oggi 17 agosto, Ospina è stato l’ultimo acquisto dei partenopei

Antonio Rocca, “Il calcio non è letteratura o poesia ma è semplice. L’idea base è il passaggio
Antonio Rocca
fa il selezionatore della Nazionale di calcio Italiana Under 15. Un’esperienza importante la sua, da anni al servizio delle nuove generazioni di calciatori. Lui è infatti il premiato di questa edizione. Occhi lucidi, posa di chi ha un ruolo che conta ma non vuole ostentarlo e l’umiltà delle parole che non fanno giri saccenti ma sono dirette e semplici. Semplice coma la sua idea di calcio, “Non si parla di letteratura o di poesia. L’idea base è la tecnica ed essa è soprattutto il passaggio. Spesso sentiamo quella squadra non ha soluzioni. Ebbene, significa che non ha passaggi“. Lui il mondo dei calciatori adulti lo ha rifiutato. La sua carriera è tutta spesa in favore dei ragazzi. Allena la Nazionale più giovane della Federazione ma in passato è arrivato anche a sedersi sulla panchina dell’Under 21, nel ruolo di vice di Pierluigi Casiraghi. Quando gli chiediamo il calciatore più talentuso che abbia mai incontrato ci risponde deciso “Quello che non ho mai allenato. Ci sono tanti talenti che non riescono ad emergere. Il talento non basta, ci vuole determinazione“. Infine cita Jorge Luis Borges e comprendiamo, anche se già lo avevamo fatto, che il Premio vinto lo ha ampiamente meritato.

notizie sul temaLazio-Napoli, arbitra Banti: i precedenti delle due squadre con il direttore di gara livorneseMercato Napoli: Ospina, blitz con l’Arsenal. E’ lui a completare il trio dei portieri azzurriNAPLES, ITALY - NOVEMBER 01: Supporters of SSC Napoli cheer their team during the UEFA Champions League group F match between SSC Napoli and Manchester City at Stadio San Paolo on November 1, 2017 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)Il mercato “conservativo” di Aurelio De Laurentiis: priorità Bari o Napoli ancora nel cuore?
  •   
  •  
  •  
  •