Caos Serie B, possibile sciopero nelle prime 2 giornate. Si gioca o no?

Pubblicato il autore: Marcuz Segui

Caos Serie B, possibile sciopero nelle prime 2 giornate. Si gioca o no?
Caos Serie B, possibile sciopero nelle prime 2 giornate. Si gioca o no? Il campionato 2018-19 di Serie B prenderà il via ufficialmente venerdì con l’anticipo tra il Brescia ed il Perugia. Questo è quanto affermato ieri dal Presidente della Lega B Balata che, su questo punto, è parso abbastanza deciso. Il campionato inizierà regolarmente ed il fatto che ne facciano parte solo 19 squadre, è un bene per la sopravvivenza della Serie B e di tutto il sistema calcio, ha aggiunto Balata.

Sempre ieri si sono registrate le posizioni dell’Assocalciatori che, per voce del suo Presidente Damiano Tommasi, ha minacciato scioperi ed azioni legali proprio contro la Lega di B, rea di aver posto in essere atti che non potevano essere ratificati in caso di commissariamento. Il numero legale richiesto per apportare modifiche strutturali al regolamento non è stato rispettato e l’AIC si riserverà di adire per vie legali per tutelare l’interesse dei propri iscritti.

potrebbe interessarti anchePotenza-Catania 1-1 (Video Gol Serie C): Franca risponde a Di Piazza, pareggio al Viviani

Ieri, inoltre, è stato diffuso un documento che la Lega avrebbe inviato alle società di Serie B. rattasi di un’autocertificazione da far sottoscrivere al capitano di ogni club con cui si rinuncia a qualsiasi forma di sciopero, dichiarando la propria disponibilità (e quella dei compagni) di scendere regolarmente in campo per la prima giornata di campionato. Un documento che raffigurerebbe una palese condotta antisindacale.

Intanto le parti direttamente chiamate in causa da questa articolata vicenda prendono posizione. Il Siena lancia, finalmente, la propria campagna abbonamente anche se la presidentessa del club toscano non nasconde il proprio disappunto sul fatto di non sapere, ad oggi, quale sarà il campionato che si troverà ad affrontare la propria compagine. Sempre ieri pomeriggio, l’amministratore delegato del Calcio Catania Lo Monaco, ha tenuto una conferenza stampa di un’ora dove ha esposto ai giornalisti intervenuti le azioni fino ad oggi intentate dal club rossazzurro. Un intervento che ai più ha dato la sensazionione di una celata rassegnazione nonostante le parole del dirigente etneo che ha chiaramente esposto le azioni legali intraprese dal Catania. Lo Monaco ha chiaramente ribadito il proprio dissenso ad una serie B composta da diciannove formazioni, contestando le modalità con cui si è pervenuti a tale soluzione. Pur possibilista su riforme necessarie a portare un po’ d’ordine alla serie cadetta, ne ha disconosciuto i modi con cui si è proceduto, parlando più volte di “golpe”, accusando alcune menti dell’operazione senza, tuttavia, farne i nomi. Assurdo, ha dichiarato Lo Monaco, come alcuni club si siano complimentati con lui subito dopo la sentenza pro-Novara, salvo poi votare all’unanimità la riduzione dei campionati. Anche il dirigente napoletano si è soffermato sulla lettera fatta pervenire alle società con cui si dichiarava di non aderire allo sciopero indetto dall’AIC. E’ stato, infine, posto l’accento sull’eventual risarcimento del danno che la FIGC sarebbe costretta a pagare qualora soccombesse in tribunale. Posizione che ha trovato il supporto del sindaco Pogliese che ha messo a disposizione dei tifosi l’avvocatura comunale.

potrebbe interessarti ancheCatania-Reggina 4-1 (Video Gol Playoff Serie C): rossazzurri travolgenti, Sottil avanti

Si attendono sviluppi, ma da più parti si è certi che il campionato di seconda serie prenderà il via regolarmente.

notizie sul temaCatania-Reggina streaming live e diretta tv Serie C, oggi 15 maggio dalle 20.30Salernitana e Catania in crisi totale: esonerati i tecnici Gregucci e NovellinoSiena-Piacenza 2-0 (Video Gol Serie C): débâcle dei biancorossi al Franchi, Cianci e Gliozzi negano la Serie B agli emiliani
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,