Milan-Roma, il precedente del 1987: il petardo a Tancredi e l’inizio della scalata Scudetto rossonera

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

La stagione 1987-88 verrà ricordata, oltre che per lo scudetto del Milan al fotofinish, anche per gli incresciosi episodi di teppismo. Il 27 settembre, alla terza giornata, ne fa le spese Alessandro Renica, libero del Napoli, che viene colpito da una rondella in Pisa-Napoli. I toscani vincono 1-0 (rigore di Sclosa)ma perdono 2-0 a tavolino su decisione del giudice sportivo. Il 22 novembre del 1987 tocca a Sanguin, difensore del Cesena, colpito da un petardo in Juventus-Cesena. I bianconeri vincono 2-1 ma perdono a tavolino. Milan-Roma si gioca il 13 dicembre del 1987: è l’11° giornata di andata. La squadra rossonera è allenata da Arrigo Sacchi, annovera tra le sue fila l’0landese Gullit
(l’altro, Van Basten, è fermo ai box), elementi validi come Maldini, Baresi, Donadoni, Ancelotti e Virdis.

Il Milan è reduce dal pari esterno di Empoli mentre la Roma, guidata da Liedholm, è reduce dal pari di Genova con la Sampdoria di Mancini e Vialli. Entrambe le sfide sono terminate a reti bianche. In classifica, i rossoneri tallonano il Napoli e sono a quota 14 (ancora imbattuti) mentre la Roma, che di gare ne ha perse già due, è a quota 13. La gara è vibrante e combattuta, con numerosi capovolgimenti di fronte. Poco dopo il fischio che sancisce la fine del primo tempo però, il portiere dei giallorossi Tancredi, che si stava dirigendo verso la porta che dava agli spogliatoi sotto la curva Sud,  viene colpito da un petardo e rimane esanime al suolo. L’estremo difensore stava raccogliendo dal suolo alcuni rotoli di carta igienica e mentre è a terra, un altro petardo gli scoppia vicino: il portiere perde conoscenza, viene soccorso dal medico Alicicco e dal massaggiatore Marinucci: ha le gambe paralizzate e il petardo gli priverà per sempre del 30% dell’udito dall’orecchio destro.

potrebbe interessarti ancheAtalanta, Diego Abatantuono: “Tifoso della Dea? Una provocazione al Milan”

Il colpevole dell’insano gesto è il 23enne Luigi Sacchi, tifosissimo del Milan, che per una beffarda ironia della sorte ha il medesimo nome dell’allenatore della sua squadra del cuore: viene identificato e  denunciato dai carabinieri di Vigevano. Tancredi viene portato all’ospedale San Carlo e dimesso dopo due giorni: medita di ritirarsi dal calcio ma ci ripensa, giocando altre tre stagioni: l’ultima al Torino. La gente immediatamente lascia lo stadio, mentre Liedholm lancia tra i pali il 17enne Angelo Peruzzi. All’83’ l’arbitro assegna un rigore al Milan per atterramento di Gullit da parte di Manfredonia. Ormai però a nessuno importa più del risultato.
Nonostante questo 0-2 comminato a tavolino, il Milan vincerà ugualmente il suo undicesimo scudetto mentre la Roma si classificherà al terzo posto, ottenendo il pass per la Coppa Uefa. Per fortuna questo episodio, terzo nel campionato, sarà anche l’ultimo di ordinaria imbecillità.

 

potrebbe interessarti ancheRugani-Roma possibile, tutto dipenderà da Cetin

Milan-Roma 1-0 (0-0)*

Milan: Galli, Tassotti, Maldini, Colombo (75′ Bortolazzi), Galli F. , Baresi,
Donadoni,(63′ Evani), Ancelotti, Virdis, Gullit, Massaro.
A disposizione: Nuciari, Costacurta, Mussi
Allenatore: Sacchi
Roma: Tancredi (46′ Peruzzi), Tempestilli, Oddi, Manfredonia, Collovati,
Signorini, Conti (77′ Domini), Gerolin, Agostini, Giannini, Desideri.
A dispisizione: Policano, Ferrari, Pruzzo
Allenatore: Liedholm
Arbitro: D’Elia di Salerno
Marcatore: Virdis (rig.)all’83’
Ammoniti: Conti, Baresi e Tempestilli
Espulsi: nessuno
Spettatori: 5.788 paganti + 64.415 abbonati
Meteo: nebbia. Temperature massime: 7 gradi, minime 3
*0-2 a tavolino dal giudice sportivo

notizie sul temaMandzukic-Bayern, salta tutto! Si fa avanti un’ italiana?Fabio Borini: un professionista esemplareRoma, si prova un doppio colpo in difesa: I dettagli
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,