Pjanic rinnova con la Juventus: il club bianconero ufficializza il nuovo contratto

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
pjanic

Foto originale Getty Images © selezionata da SuperNews

Il centrocampista della Juventus Miralem Pjanic ha raggiunto l’accordo con la società bianconera per il rinnovo del contratto fino al 30 giugno 2023.
La notizia è apparsa sui principali canali della Vecchia Signora: l’accordo prevede anche un sensibile aumento dell’ingaggio che verrà percepito dal calciatore bosniaco.
Pjanic diventa a tutti gli effetti il pilastro del centrocampo juventino, che lo acquistò dalla Roma appena due anni fa e divenuto settimana dopo settimana imprescindibile per il gioco del tecnico Massimiliano Allegri.

Le notizie su Pjanic prima della firma del rinnovo del contratto

Miralem Pjanic è sempre più il pilastro della Juventus: dopo un’estate alquanto tribolata, con tanto di voci a destra e a manca che davano per certo l’addio del bosniaco, ecco che, con la chiusura del calciomercato avvenuta appena venerdì scorso, le parti si sono incontrate per dare seguito alla volontà di rafforzare il vincolo contrattuale posto in essere nel luglio del 2016.
Il previgente accordo con la Vecchia Signora riportava la scadenza del 30 giugno 2021: con la rimodulazione delle condizioni poste in essere poco più di due anni fa, il futuro di Pjanic si appresta ad essere sempre più a tinte bianconere.

La dirigenza della Juventus realizza così un importante affare, trattenendo appunto l’ex centrocampista della Roma dagli assalti provenienti dalla Spagna e dall’Inghilterra, che nelle ultime settimane sono diventati sempre più consistenti e tali da far temere il peggio ai tifosi della Vecchia Signora, soprattutto alla luce dell’approdo di Cristiano Ronaldo all’ombra della Mole. Infatti paventava l’ipotesi che la cessione di Pjanic avrebbe consentito di reperire la liquidità necessaria per far fronte all’acquisto del talento di Funchal e in un’ottica di rispetto del Fair Play finanziario istituito dall’UEFA, la cui violazione avrebbe potuto spingere la società del presidente Agnelli verso conseguenze davvero disastrose.
Così non è stato e ciò a beneficio non solo della tifoseria bianconera, ma anche e soprattutto del tecnico della Juventus Massimiliano Allegri, che potrà usufruire della tecnica e delle giocate di Pjanic anche per la prossima stagione e per quelle che verranno, in particolar modo con riferimento al nuovo accordo raggiunto tra le parti.

Il rinnovo del contratto di Pjanic: tutti i dettagli del possibile accordo

A quanto pare Pjanic e la Juventus hanno raggiunto un’intesa di massima in merito al rinnovo del contratto in essere tra le parti: in particolare, secondo quanto riporta Sky Sport, il centrocampista bosniaco è in procinto di firmare il nuovo accordo che lo legherà alla società bianconera per altri due anni rispetto a quelli già previsto nel precedente vincolo.
Così facendo, Pjanic resterà alla Juventus fino al 2023, con un ingaggio che verrebbe alla stregua sensibilmente aumentato: si passerà dunque dagli attuali 4,5 milioni di euro ai possibili 6,5 milioni a stagione. Un segno forte e deciso non solo all’ambiente bianconero in generale, ma anche e soprattutto alle eventuali pretendenti del bosniaco.
E pensare che poche settimane fa sono giunte sulla scrivania del presidente Andrea Agnelli proposte decisamente corpose per il cartellino di Pjanic, provenienti sia dalla Liga che dalla Premier League: Chelsea, Barcellona, Manchester City e Real Madrid hanno tentato invano di strappare un accordo con il calciatore e la dirigenza juventina.

potrebbe interessarti ancheStefano Tacconi: “Buffon? È meglio che smetta. Italia 90? Con me in porta la Nazionale avrebbe vinto”

In particolare i blancos, proprio a ridosso della fine della sessione estiva di calciomercato, si erano spinti ad offrire per la cessione di Pjanic la cifra consistente di 60 milioni di euro: niente da fare per la compagine presieduta da Florentino Perez, il bosniaco è un patrimonio della Juventus e come tale la dirigenza ha respinto al mittente tutte le possibili contromosse.
Nemmeno l’inatteso cambio di procuratore da parte di Pjanic sembra aver stravolto i piani di un matrimonio che è destinato a durare per altri anni ancora: l’approdo di Fali Ramadani quale intermediario del bosniaco non ha scalfito la volontà delle parti di trovare un’intesa e proseguire così sulla scia inaugurata nel luglio del 2016, quando il centrocampista lasciò la Roma per accasarsi alla Juventus. Una scelta che ha consentito al calciatore di raggiungere le più alte vette, con tanto di trofei e riconoscimenti guadagnati.

notizie sul temaSqualifica Cristiano Ronaldo: solo una multa per il portoghese, Cr7 ci sarà con l’AjaxDybala-Icardi: perché si e perché noCristiano Ronaldo, niente Usa con la Juventus per paura dell’arresto?
  •   
  •  
  •  
  •