Alessandro Austini (Il Tempo) a SN: “Derby Roma-Lazio? i giallorossi hanno più qualità. Nainggolan? via per motivi extracalcistici” (VIDEO)

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

La redazione di SuperNews ha intervistato Alessandro Austini, giornalista de “Il Tempo” e grande esperto di calcio romano, in particolare di Roma. Con lui abbiamo parlato del momento storico che stanno attraversando le squadre capitoline e del derby imminente, ma senza dimenticare il resto della Serie A.

Negli ultimi anni il calcio romano ha superato quello milanese. Quali sono le ragioni di questo sorpasso? Quest’anno questa supremazia potrebbe vacillare?

“Le squadre milanesi stanno forse vivendo delle fasi iniziali complicate, come la Roma americana che ci ha messo un po’ di anni prima di ingranare. La Lazio è un modello diverso da Roma, Inter o Milan, ma funziona. Quindi questa supremazia la lego all’aspetto societario. Ma le premesse di questa stagione mi fanno pensare che teoricamente il rapporto potrebbe invertirsi e i punti delle milanesi potrebbero tornare, come è spesso accaduto, a superare quelli conquistati dalle romane”.

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Il punto forse più alto del calcio romano è stato raggiunto nella finale di Coppa Italia del 2013. Come viene vissuto quel derby dalla città a distanza di 5 anni?

“Quella partita rimane comunque nella storia perché coinvolse la città come mai prima di quel momento. Ma non ci si può limitare a una sola partita, perché poi ci sono i campionati. Magari prima o poi ci sarà una rivincita per la Roma, ma non è un’ossessione”.

Crisi Roma: Di Francesco, società e giocatori sul banco degli imputati. Di chi è la colpa maggiore e come se ne esce?

“Dare risposte a una domanda del genere è difficile. Ma io ti dico i giocatori, perché da parte loro c’è un rendimento molto deludente. Certo, l’allenatore ha sbagliato delle scelte, ma le crisi a Roma durano sempre di più, sono più gravi, sono ambientali. Qui sono passati centinaia di giocatori e ognuno che arriva, anche con personalità, vedi Kolarov, si adagia. Per quanto riguarda la società io critico il tempismo della cessione di Strootman, non l’opportunità di cederlo. Ma sui nuovi acquisti bisogna aspettare ancora un po’. Anche l’anno scorso si diceva che la Roma si fosse indebolita dopo le partenze di Salah, Paredes e Rudiger”.

potrebbe interessarti ancheTotti lascia la Roma, domani l’addio ufficiale

Eusebio Di Francesco – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Di derby in derby sabato ci sarà il primo confronto diretto tra Roma e Lazio in due momenti opposti di forma, spesso nelle stracittadine vince chi è più in difficoltà. Andrà così anche stavolta?

“Allora, questi sono discorsi anche un po’ virtuali. Negli anni in cui una squadra era più forte dell’altra ha vinto la più forte. Ora siamo in una situazione di equilibrio in cui la Roma ha più qualità, ma la Lazio si conosce di più e gioca con più tranquillità. Poi, certo, nel derby Roma-Lazio tante cose sfuggono alla razionalità e i tifosi della Roma sperano che vada così in questo caso”.

Immobile; Milinkovic Savic – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Non è un derby ma Juventus-Napoli è la sfida scudetto. A Torino sabato potrebbe essere uno snodo cruciale per lo scudetto?

“Se la Juve vince è cruciale, perché scaverebbe un solco importante dopo poche giornate, soprattutto a livello psicologico. Il giudizio sul Napoli va sospeso perché sta cambiando dopo Sarri che faceva giocare un calcio strepitoso anche se non è stato premiato dai trofei”.

Di Francesco è in bilico, Conte è alla portata della Roma?

“Conte è un profilo che non è alla portata di nessuno. Conte sta a Londra a risolvere le sue grane col Chelsea. Sicuramente la Roma valuta l’idea di cambiare Di Francesco e se le cose dovessero andar male verrà esonerato. E una squadra che cambia allenatore pensa subito a Conte che a Roma potrebbe portare quell’ossessione per la vittoria che forse manca a Trigoria. Detto questo, mi sembra che la società Roma abbia progetti opposti a quelli di Conte”.

during the Premier League match between Chelsea and Leicester City at Stamford Bridge on January 13, 2018 in London, England.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

In caso di esonero di Di Francesco quali sono i nomi papabili?

“Si parla di Paulo Sousa, ma in realtà non ci sono nomi che soddisfino in pieno i tifosi. Monchi ha sempre detto che vorrebbe un allenatore italiano, ma i nomi che girano scatenano molte perplessità”.

potrebbe interessarti ancheCiro Immobile indagato in Spagna per il Caso Oikos

Questione stadio, il presidente Pallotta riuscirà in quest’impresa?

“Ora si vive in una fase di stallo a livello politico. L’amministrazione rischia di andare sotto nella votazione in aula per la variante urbanistica e dopo l’inchiesta in corso ci sono dubbi all’interno della maggioranza. Ma entro la fine dell’anno sono fiducioso che si sbloccherà la situazione. Sono ottimista perché sono già stati investiti molti soldi. Fare lo stadio a Roma sarebbe un bene per il calcio italiano in generale”.

Tra le cessioni importanti c’è stata quella di Nainggolan, quanto hanno contato i motivi extracalcistici?

“Quasi al 100%. La Roma non riteneva che fosse più un atleta in perfetta forma per il suo stile di vita non da atleta(come lui stesso ha pubblicamente ammesso più volte). Alla Roma non andava più bene perché era ormai over 30 ed era arrivata un’offerta importante. E vi invito a vedere i dati delle sue prime partite all’Inter: è indiscutibilmente forte, ma ha perso secondo me quella forza dirompente”.

AC Milan v AS Roma - Serie A

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Tra gli acquisti più interessanti c’è invece Justin Kluivert, come valuti questo suo inizio?

“Ha giocato poco, ma è molto ambizioso. In una Roma che non gira bene anche lui non viene esaltato, ma è un ragazzo molto ambizioso e molto positivo. Ha un sogno: diventare un giocatore da grande squadra e ha le capacità per farlo”.

 

notizie sul temaCalciomercato Napoli: accordo con la Roma per ManolasMercato Juventus: scambio con la Roma per rinforzare la difesaLotito, formalizzata la sua offerta di acquisto Alitalia
  •   
  •  
  •  
  •