Fiorentina-Udinese: i viola in gran spolvero, primo stop per i friulani

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Marco Benassi – Foto Getty Images© per SuperNews

La seconda vittoria consecutiva per la Fiorentina, che piega anche l’Udinese di Velazquez, anche se con un risultato
meno clamoroso di quello di una settimana prima, fa ben sperare per il prosieguo del campionato, anche in vista delle prossime due partite, che non saranno affatto facili. Si andrà infatti prima a Napoli, poi a Genova, per recuperare la partita con i blucerchiati. E’ stata una vittoria sofferta perché la squadra ospite ha lottato e dato del filo da torcere ai padroni di casa, ma proprio per questo, forse più bella. La Viola inizia da subito con il pedale dell’acceleratore pigiato, giocando bene, di prima, quasi a memoria. L’Udinese è però ordinata e ben disposta in campo e difficilmente lascia spazi agli avversari. Solo al 42′ gli ospiti si rendono pericolosi con un tiro-cross di Fofana, ma Lafont para in presa alta: purtroppo questo intervento gli costerà il secondo tempo. Se qualcuno teme che la gara possa finire a reti bianche (ma viste le problematiche è lecito pensarlo) viene smentito al 73′, quando Benassi, ben servito da Chiesa lanciato in contropiede, fulmina Scuffet con un tiro che termina di poco sotto la traversa. La squadra di Velazquez prova una reazione, si rende anche pericolosa, ma è la Fiorentina che rischia il 2-0 con una bella conclusione di Chiesa (che come stile ricorda suo padre) che viene deviata da Scuffet alla propria sinistra. Il fischio finale dell’arbitro è una vera e propria liberazione per la tifoseria che può sfogare la propria gioia. Adesso la sosta servirà a calmare gli animi (si sa quanto l’eccessivo entusiasmo possa essere deleterio) e a riordinare le idee in vista dell’insidiosissima gara del San Paolo con il Napoli. C’è soddisfazione per la convocazione in nazionale di Chiesa, Benassi e Biraghi, anche se quest’ultimo è parso in ombra nella gara di domenica.

Intanto i tifosi si interrogano su come sarà il prosieguo del campionato: se è vero che era dalla stagione 2013-14 che la Fiorentina non infilava due vittorie di fila, è anche vero che quelle ottenute adesso (col dovuto rispetto)sono state con Chievo ed Udinese. I primi bilanci si dovranno fare almeno dopo altri 4-5 turni e dopo aver affrontato squadre di livello.  Primo stop invece in casa friulana: la formazione bianconera era reduce dal pari di Parma e dalla vittoria di misura sulla Sampdoria. La squadra di Velazquez si è dimostrata valido avversario, ma davanti non è riuscita a pungere come poteva. Qualche problema è stato creato alla retroguardia viola, ma nulla di più. Dopo la sosta i bianconeri affronteranno il Torino, che nella gara di domenica ha superato la Spal per 1-0 con rete di Nkoulou. Poi ci sarà la sfida del Bentegodi con il Chievo, che ha impattato tra le mura amiche con l’Empoli.

potrebbe interessarti ancheBarbara Castellini su SuperNews:” Contro il Chievo ci vorrà attenzione difensiva e precisione sotto rete. Nicola? Non va messo in discussione”

 

Fiorentina-Udinese  1-0 (0-0)

potrebbe interessarti ancheFiorentina, Lafont para le polemiche: porta viola blindata con il Donnarumma francese

Fiorentina: Lafont 6 (46′ Dragowski sv), Milenkovic 6,5, Pezzella 6, Vitor Hugo 7, Biraghi 5,5,
Benassi 7,5,  E.Fernandes 6, Gerson 6 (83′ Dabo sv), Chiesa 7, Simeone 6, Eysseric 6 (63′ Pjaca 6,5).
A disposizione: Ghidotti, Laurini, Ceccherini, Hancko, Norgaard, Diks, Thereau, Vlahovic, Mirallas.
Allenatore: Pioli
Udinese: Scuffet 6,5, Samir 6, Ekong 5,5, Fofana 6, De Paul 6, Behrami 5 (79′ D’Alessandro sv), Lasasgna 5,
Machis 6, Nuytinck 5,5 (87′ Vizeu sv), Larsen 5,5, Pussetto 6 (62′ Teodorczyk 5).
A disposizione: Musso, Nicolas, Wague, Opoku, Pezzella, Ter Avest,
Pontisso.
Allenatore: Velazquez
Arbitro: Giua di Olbia 6,5
Marcatori: Benassi al 73′
Ammoniti: Gerson, Fofana, Pezzella
Espulsi: nessuno
Recuperi: 0’+ 4′
Spettatori totali: 31.009

notizie sul temaAlberto Malusci su SuperNews:”Lafont è un portiere di grande prospettiva. Europa League? Sono ottimista ma temo l’Atalanta”Sassuolo-Juventus, la prestazione negativa di Consigli fa discutere: l’ironia di Varriale su TwitterCesari su Mazzoleni: “Era rigore, Szczesny colpisce prima il calciatore poi la palla”
  •   
  •  
  •  
  •