Inter-Parma: scalpita Keita, preoccupano le condizioni di Vrsaljko

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Keita Balde – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Lasciata alle spalle la pausa delle Nazionali che ha visto gli azzurri di Mancini fare un solo punto in due partite, la Serie A riparte Sabato con tre partite in programma: Inter-Parma (ore 15.00), Napoli-Fiorentina (ore 18.00) e Frosinone-Sampdoria (ore 20.30).

Saranno quindi i nerazzurri ad aprire la quarta giornata di Serie A, in un match molto delicato e importante che darà ulteriori indicazioni in merito alle possibili aspirazioni della squadra di Luciano Spalletti in questa stagione.
Il Parma che attualmente ha recimolato un solo punto in tre partite, nell’ultima apparizione contro la Juventus, è apparsa una squadra molto competitiva e in grado di mettere in difficoltà chiunque. Gli elementi ‘emiliani’ da tenere d’occhio sono certamente Inglese, Gervinho e anche Barillà con i suoi inserimenti senza palla.

L’Inter di Luciano Spalletti dal canto suo, deve assolutamente trovare la seconda vittoria consecutiva e la prima casalinga in questo campionato, se non vuole perdere il treno delle prime. Ad Appiano Gentile intanto, stanno ritornando i ‘nazionali’ e secondo quanto riportato dal ‘il Corriere dello Sport’, Skriniar, De Vrij e Asamoah già dalla giornata di ieri hanno ripreso a pieno regime gli allenamenti in vista della partita di Sabato contro il Parma.

Probabili Formazioni Inter-Parma

potrebbe interessarti ancheInter, questione rinnovo Icardi: un gesto dell’argentino sorprende Suning

Luciano Spalletti alla vigilia del match contro il Parma, è alle prese con molti dubbi di formazione: in avanti, complice l’assenza di Lautaro Martinez (out per infortunio) e di Icardi (ritornerà solo 48 ore prima dalla sua Nazionale), dovrebbe essere impiegato di nuovo dal 1′ Keita Balde. Per quanto riguarda il centrocampo, Gagliardini dovrebbe essere ancora una volta preferito Vecino, componendo insieme a Brozovic e Nainggolan una mediana che abbina quantità e qualità. In difesa l’ex tecnico della Roma dovrà valutare le condizioni di Vrsaljko, uscito malconcio dalla partita Spagna-Croazia, mentre è stato recuperato definitivamente D’Ambrosio che dovrebbe partire titolare.

D’Aversa invece non potrà contare sull’ex Biabiany e su Ciciretti, ancora a out per infortunio. Grassi ancora non è al top della condizione e dovrebbe essere rimpiazzato da Luca Rigoni a centrocampo. Il tridente visto con la Juventus dovrebbe essere confermato: Gervinho e Di Gaudio al servizio di Inglese. Bruno Alves guiderà la difesa.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Gagliardini, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Keita.

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Gobbi; L. Rigoni, Stulac, Barillà; Gervinho, Inglese, Di Gaudio.

potrebbe interessarti ancheGattuso in bilico: il Milan valuta le alternative Conte e Donadoni

Inter-Parma: le statistiche sorridono ai nerazzurri

Il calcio si sa, non è questione di matematica ma può risultare molto interessante valutare e analizzare le statistiche e i precedenti delle partite.
L’Inter si avvicina con una confortante statistica, a livello offensivo, alla sfida di sabato pomeriggio al Meazza contro il Parma: i nerazzurri hanno segnato almeno un gol nelle ultime 23 sfide di campionato a San Siro contro gli Emiliani.

Anche i precedenti a San Siro a livello di risultati complessivi sorridono al momento ai nerazzurri. Per l’Inter ci sono state ben 16 vittorie, 8 pareggi e 1 sola sconfitta (nel 1998-1999, Inter-Parma 1-3). Vi è un solo il precedente giocato alla quarta giornata tra Inter e Parma, il 26 settembre del 2004, terminata 2-2 con rete al 90′ minuto di Obafemi Martins.

 

notizie sul temaInter, parla Rafinha:”Spalletti non mi ha voluto tenere”Xavi non ha dubbi: “Messi è più forte di Cristiano Ronaldo”“L’Inter preoccupa la Juventus per lo scudetto?”: Mughini risponde con la “solita” frecciatina
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,