Bonucci e il futuro in bianconero: “Mi piacerebbe allenare la Juventus”

Pubblicato il autore: Roby92 Segui

Leonardo Bonucci – Foto Getty Images© scelta da SuperNews


Leonardo Bonucci intervistato dal Corriere dello Sport. Il difensore, tornato alla Juventus in estate dopo una breve parentesi al Milan, ha parlato del magico momento che sta vivendo con la sua squadra ma anche del rapporto con Cristiano Ronaldo e del suo futuro.

La prima domanda è stata su quali sensazioni abbia provato il giorno in cui ha rimesso piede nuovamente nello spogliatoio della Juventus. “E’ stata una sensazione strana. Mi trovavo in un posto nuovo, ma era come se non me ne fossi mai andato. Questo stadio, questa squadra e questa città sono casa mia” ha confessato. “E’ bello essere ritornati e rivedere accanto a sé Barzagli e Chiellini” ha aggiunto poi.
La famosa “BBC” si è nuovamente riformata: “E’ amicizia, è esperienza, è armonia professionale e umana. E’ sinergia, è tutto. Lo si è visto negli anni in cui abbiamo vinto insieme, giocato insieme, vissuto insieme. Noi tre e la B maiuscola che si deve aggiungere, quella del grande Gigi” ha spiegato.

potrebbe interessarti ancheGianluca Mancini, è duello Inter-Juve, ma lui ha già scelto

Bonucci, un giorno mi piacerebbe allenare la Juventus, “Il mio sogno è quello un giorno di allenare la Juventus. Infatti, sto osservando molto il lavoro degli allenatori. Poi sono molti quelli che mi dicono ‘tu un giorno sarai un allenatore’. Sarebbe fantastico continuare la mia avventura nel calcio, magari qui alla Juventus” ha detto il calciatore in merito al suo futuro.

potrebbe interessarti anchePogba Juventus, il francese spegne i sogni bianconeri: “Il Manchester United è casa mia”

Non poteva certamente mancare una domanda su Cristiano Ronaldo, da giorni al centro di una bufera mediatica. “E’ un ragazzo umile, sempre disponibile ed è uno stimolo per noi tutti. E’ un elemento importante sia sul campo e sia nello spogliatoio. Lo si può solamente ammirare perché nonostante abbia vinto cinque Palloni d’Oro e abbia trentatré anni si allena sempre con costanza e serietà” ha detto.
Infine, sulla parentesi Milan ha rivelato: “L’anno scorso ho agito d’istinto. E’ stata una decisione difficile presa in un momento di rabbia. Ora ho capito che l’istinto ci porta a compiere scelte sbagliate”.

notizie sul temaNapoli, calendario in discesa per allontanare l’Inter e mettere fiato sul collo alla Juventusbeppe-marotta-juventus-calciomercatoMarotta all’Inter è (quasi) fatta, lo conferma l’ex d.g. della JuventusJuventus padrona di San Siro, Cristiano Ronaldo spegne il Milan
  •   
  •  
  •  
  •