Chelsea, “Contro il razzismo, corsi di recupero e visite ad Auschwitz per i tifosi”

Pubblicato il autore: Stefano Corradi Segui


Il Chelsea ha scelto di promuovere una iniziativa quantomai eterodossa per affrontare una piaga che da sempre coninvolge gli stadi e, in particolar modo, i tifosi: il razzismo. Più nello specifico, il presidente del club Bruce Buck e il patron della società Roman Abramovic hanno scelto di colpire in maniera mirata il problema dell’anti-semitismo, piaga sociale che colpisce direttamente il proprietario della squadra, in quanto, oltre che russo, è anche di origine ebraica.

Pertanto, il Chelsea, nel decidere di far fronte a questa questione, ha scelto di cominciare dai propri tifosi, solo che, invece di approcciare in maniera più ortodossa il problema, ossia allontanando i tifosi che incitano al razzismo con cori o atti di violenza, il club londinese ha preferito la via della ri-educazione, promovendo corsi di recupero e, persino, una visita guidata al campo di concentramento di Auschwitz.

potrebbe interessarti ancheChelsea- Manchester United: scontro tra Mourinho e lo staff di Sarri (Video)

Il presidente del Chelsea presenta la propria campagna

Il presidente del Chelsea ha spiegato che la campagna di sensibilizzazione è stata scelta in un’ottica più lungimirante, considerando che i benefici prodotti dai corsi di recupero e altre possibili iniziative anti-razziste porteranno a effetti più duraturi rispetto all’allontanamento da Stamford Bridge. “Se bandisci le persone, non cambierai mai il loro comportamento“, queste sono le parole pronunciate da Bruce Buck in una intervista al The Sun, “Questa nuova politica dà loro la possibilità di rendersi conto delle proprie azioni, cosicché siano loro stessi a voler comportarsi meglio. Prima, saremmo andati a prenderli uno ad uno tra la folla e li avremmo cacciati dallo stadio per tre anni. Adesso, noi diciamo, ‘hai fatto qualcosa di sbagliato. Hai due possibilità: ti cacciamo dallo stadio o puoi spendere del tempo con i nostri insegnanti, cosicché tu possa capire dove hai sbagliato’ “.
Il presidente Buck ha poi continuato asserendo un’altro dei vantaggi che questo tipo di campagna comporterà, evidenziando quanto renderà più semplici gli interventi mirati: “È difficile agire quando un gruppo di 50 o 100 persone inneggiano un coro. È virtualmente impossibile agire su di loro o provare a cacciarli tutti fuori dallo stadio. Ma, se abbiamo degli individui che possiamo identificare, interveniamo“.

Il presidente del Chelsea ha tenuto un discorso di fronte al Parlamento britannico, nel quale ha mostrato uno dei video educativi che verranno probabilmente utilizzati nella loro campagna contro il razzismo. A proposito di ciò, Bruce Buck, illustrando agli intervistatori come è nata l’idea di questa iniziativa, ha subito dopo raccontato le ragioni del suo incontro in parlamento: “Il Chelsea e la Chelsea Foundation svolgono tantissime buone iniziative per la comunità, ma un po’ di tempo fa, Mr. Abramovic si è presentato da noi chiedendoci di promuovere una campagna più intensa e aggressiva contro l’antisemitismo. Da allora e durante quest’ultimo anno, abbiamo continuato a organizzare parecchi eventi e a lavorare senza sosta per avviare questa campagna. L’incontro avvenuto in parlamento è uno di questi eventi ed anche uno dei più eccitanti, siccome abbiamo avuto tra il pubblico lo Speaker della Camera dei comuni e il Ministro dello Sport. Abbiamo mostrato a loro un video che ci assisterà nella nostra campagna. Dopo ciò, c’è stata una sessione aperta per discutere i passi successivi della nostra campagna.”

potrebbe interessarti ancheMourinho, tre dita al Chelsea: il rispetto per la storia del club nelle contestazioni finali

In conclusione, il presidente della società ha espresso la fiducia e le aspirazioni che nutre nei confronti di questo progetto: “Stiamo solo cercando di lasciare un segno nella lotta contro l’antisemitismo. Non saremo in grado di spostare del tutto l’ago della bilancia da soli ma speriamo che questo ci permetta di coinvolgere anche altri club, altri sport e più persone. Nel tempo, speriamo di contribuire in maniera concreta ad un società migliore“.

notizie sul temaChelsea-Manchester United 2-2 (Video Gol Premier League): Barkley al 96′, scintille Mourinho-SarriCalciomercato Milan, insidia Real Madrid su Paquetà. Bakayoko torna già al Chelsea?Chelsea, Sarri offre 23 milioni al Brescia per Tonali
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: