Doping, Giuseppe Rossi scagionato. Pepito esulta: “Giustizia è fatta”

Pubblicato il autore: Gabriele Ripandelli Segui

potrebbe interessarti ancheCrisi Napoli, di chi è la colpa? De Laurentiis, Ancelotti o calciatori?


Giuseppe Rossi
sembrava aver definitivamente terminato la sua carriera prima di quanto potesse immaginare. Oggi, però è arrivata la notizia  ufficiale dal TNA(Tribunale Nazionale Antidoping) : nessuna squalifica per Rossi e respinta la richiesta della Procura di un anno di squalifica. Pepito può tirare, quindi, un sospiro di sollievo e riprendere la ricerca della squadra in cui terminare il suo percorso calcistico. Il dorzolamide, un inibitore dell’anidride carbonica, era reputata assunta, ma senza dolo. L’agente del giocatore aveva infatti parlato di “contaminazione involontaria”. La carriera di Rossi, dopo essere stata caratterizzata da vari infortuni, non sarà quindi macchiata per il controllo antidoping del 12 maggio scorso, al termine di Benevento- Genoa. Solo una nota di biasimo per l’ex attaccante rossoblu.

potrebbe interessarti ancheNapoli-Genoa probabili formazioni, le scelte di Ancelotti e Thiago Motta

Gli ultimi casi di squalifica per doping in Serie A – La serie A nello scorso hanno si è macchiata di altri due casi di doping, che hanno segnato in negativo il torneo. Da sottolineare come nessuno dei due giocatori faceva parte di un top club, forse più attenti sotto questo punto di vista. Aspetto molto negativo è che il primo, Fabio Lucioni, era un capitano ed aveva realizzato a trenta anni il suo sogno di giocare nel maggior campionato italiano, non proprio l’identikit perfetto per dare questo tipo di cattivo esempio. Il test antidoping fu dopo Benevento- Torino del 22 settembre per uno steroide anabolizzante. Dopo essere stato rimandato a giudizio, ed avergli dato quindi la possibilità di disputare tre gare (di cui due vinte, ndr) il 17 gennaio arrivò la squalifica per un anno. L’altro giocatore è Joao Pedro, riscontrato positivo per un diuretico il 9 marzo 2018 per il test dopo la partita del 11 febbraio tra Cagliari e Sassuolo. La procura aveva richiesto la squalifica per quattro anni, ma in realtà fu decisa solo per 6 mesi ed ora è tornato a giocare ed ha fatto gol contro il Milan.

notizie sul temaJuventus-Genoa 2-1 (Video gol Highlights): vittoria stentata. Decide un rigore siglato da RonaldoJuventus-Genoa, streaming e diretta tv Serie A: dove vedere il match oggi 30 ottobreGenoa-Brescia 3-1 (Video Gol Highlights): i rossoblu tornano alla vittoria
  •   
  •  
  •  
  •