Empoli-Juventus: quella volta che…Ekstroem firma la preziosa vittoria

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

20 settembre 1987: seconda giornata del massimo campionato L’Empoli, guidato da Gaetano Salvemini, esordisce tra le mura casalinghe. Per la società toscana si tratta del secondo anno di fila in serie A, dopo la brillante salvezza della stagione precedente. L’Empoli è reduce dalla sconfitta per 2-0 inflittagli dalla Sampdoria alla prima giornata con reti di Mancini e Cerezo. C’è anche da colmare l’handicap di -5 ottenuto per un illecito. E’ una squadra combattiva, quella toscana, con Drago in porta e un manipolo di giovani promettenti: Brambati, Vertova, Gelain, Baldieri e Lucci. In rosa c’è anche un giovane Mazzarri, nemmeno ventiseienne. Gli stranieri sono Ekstroem (alla seconda stagione nelle file empolesi) e Davor Cop, vero e proprio oggetto misterioso, anche se in patria, nelle ultime tre stagioni (Dinamo Vinkovici, ex Jugoslavia, attuale Croazia) ha segnato la bellezza di 32 reti.

La Juventus è guidata da Rino Marchesi (seconda stagione anche per lui),  e sta vivendo un periodo di transizione, dopo lo scudetto del 1986 firmato Trapattoni. Non c’è più Platini e come stranieri ci sono Laudrup, che vivrà una stagione deludente (segnerà solo due reti in coppa Italia)e il gallese Ian Rush, che avrà un rendimento piuttosto altalenante nella sua prima ed unica stagione italiana. In rosa ci sono ancora  i veterani Scirea e Cabrini, col primo al passo di addio in bianconero e riserva di lusso di  Roberto Tricella. La Juventus, nella prima giornata, ha superato il Como per 1-0 con un rigore al 72′ del neo acquisto Marino Magrin, proveniente dall’Atalanta.

potrebbe interessarti ancheJuventus-Milan femminile 2-0 (Video Gol Serie A Women): Bonansea, doppietta che sa di scudetto

I bianconeri partono all’assalto ma Drago fa buona guardia: prima respingendo un tiro a botta sicura di Alessio e poi neutralizzando un attacco di Laudrup. L’Empoli, dal canto suo,  agisce di rimessa, con lunghi lanci a cercare le punte Baldieri ed Ekstroem. Al 56′ Della Scala serve proprio lo stesso Ekstroem che penetra in area e in diagonale fulmina Tacconi per quello che sarà il gol partita. Al 77′ Drago vola e salva la sua porta su un colpo di testa di Brio. Finisce così 1-0 e qualche sorpresa ha destato l’esclusione di Bonini dalla formazione. Si sono dimostrate invece efficaci le marcature empolesi sugli attaccanti bianconeri, davvero in ombra. A fine stagione, l’Empoli purtroppo non riuscirà ad evitare la retrocessione finendo ultimo a 20 punti, mentre la Juventus terminerà il campionato a quota 31, al sesto posto, vincendo lo spareggio con il Torino per accedere alla Coppa Uefa. La squadra toscana, dopo la caduta in serie B, finirà addirittura nelle serie inferiori, rivedendo la serie A solo nel 1997. La Juventus cederà Rush al Liverpool e Zoff prenderà il posto di Marchesi dando via ad un nuovo ciclo che farà tornare qualche trofeo nella bacheca bianconera.

Domenica 20 settembre 1987

Stadio Castellani di Empoli

potrebbe interessarti anchePartite DAZN oggi 17 febbraio: nel pomeriggio Empoli-Sassuolo, Serie B e Fa Cup, in serata St.Etienne-Psg

Empoli-Juventus 1-0 (0-0)

Empoli: Drago, Vertova, Gelain, Della Scala, Lucci, Brambati, Urbano,
Zanoncelli (56′ Salvadori), Ekstroem (75′ Mazzarri), Della Monica, Baldieri.
A disposizione: Pintauro, Cop, Cotroneo.
Allenatore: Salvemini
Juventus: Tacconi, Favero, Cabrini, De Agostini, Brio, Tricella, Mauro (79′ Vignola),
Magrin, Rush, Alessio (74′ Buso), Laudrup.
A disposizione: Bodini, Bonini, Napoli
Allenatore: Marchesi
Arbitro: Longhi di Roma
Marcatore: Ekstroem al 56′
Ammoniti: Zanoncelli, Urbano, Favero, Magrin
Spettatori: 15.688

notizie sul temaNapoli abbandona il Napoli, San Paolo deserto col TorinoJuventus-Frosinone 3-0 (Video Gol Serie A): Dybala, Bonucci e Ronaldo stendono i giallobluJuventus-Frosinone, bianconeri irresistibili. La Vecchia Signora marcia verso l’ottavo scudetto di fila
  •   
  •  
  •  
  •