Genoa Parma 1-3: Piatek non basta, vittoria d’alta classifica per i ducali

Pubblicato il autore: Massimiliano Sacchetti Segui

Foto Getty Images© per SuperNews

La partita Genoa Parma non ha deluso le aspettative degli amanti del calcio. Allo stadio Ferraris si sono affrontate due squadre a viso a aperto, ognuna con una propria identità tattica ben precisa, due compagini che promettono bene per il proseguo del campionato. Nel Genoa Ballardini vuole Medeiros in campo, ma non lascia il segno, tant’è che viene sostituito nel secondo tempo da Bessa con un piglio decisamente più aggressivo, e Pandev…non si alza mai dalla panchina. Per il Parma Cicieretti rimane in panchina e la spunta Siligardi che anche oggi si rivela un giocatore capace di mettersi a disposizione della squadra e graffiare l’avversario, stavolta non solo l’assist del pareggio ma anche il gol del vantaggio e poi tanto, tanto movimento.

Ma veniamo alla partita: Genoa con un inizio scoppiettante, Lazovic spinge e crossa come se non ci fosse un domani e da uno dei suoi cross Piatek infila la porta con un colpo di testa/spalla che va alla sinistra del portiere ducale, 9° gol in sette gare; sembra l’inizio di una lunga partita dominata dai padroni di casa, ma bastano dieci minuti e Rigoni su un calcio d’angolo appoggia in rete sul liscio di Radu e il Parma pareggia. Da qui la sorte inesorabilmente gira a favore del Parma, il Genoa continua a spingere e  i ducali si difendono con ordine e decisione come una testuggine romana che si apre in pochissime occasioni, allora Piatek ci riprova sempre di testa, riprende lo stesso palo, ma stavolta il pallone non oltrepassa COMPLETAMENTE  la linea della porta, grazie all’intervento tempestivo di Sepe e al VAR che applica l’editto: non è gol.

potrebbe interessarti ancheJuventus, Curva Sud aperta ai bambini per il match contro il Genoa

Il match prende una brutta china per il Genoa e infatti Siligardi mette in scena un numero dal suo repertorio, scende sulla destra, ritorna in dietro, si accentra e tira verso l’angolo alto alla destra di Radu, Genoa – Parma 1-2. I grifoni accusano il colpo, sbandano e il Parma scende facilmente da sinistra con Barillà che crossa al centro per Ceravolo, quest’ultimo tutto solo incrocia di testa di nuovo sull’angolo a destra di Radu che non può farci niente, Genoa-Parma 1-3, è il 30′ minuto del primo tempo e lo spettacolo è già valso tutto il biglietto, ma non ci si ferma qui, Criscito prova a rimettere in carreggiata i rosso blu, sbuca sul secondo palo e mette in rete, ma stavolta è fuorigioco. Finisce un primo tempo scoppiettante, avvincente e imprevedibile.

potrebbe interessarti ancheInfortunio Dybala: ko con l’Argentina, in dubbio contro il Genoa

Il secondo tempo non perde di agonismo, Ballardini prova a dare più spinta ma anche se la squadra si riversa in avanti la pressione non fa vacillare il Parma, sempre quadrato e compatto, più passano i minuti più l’arrembaggio del Genoa si fa impreciso, Piatek è sempre pericoloso ma non punge come vorrebbe, Kouamé ormai stanco corre senza lucidità e viene contenuto abilmente dai ducali che con pragmatismo si affidano a spazzate e rilanci verso un isolatissimo Da Cruz. Il risultato non cambia, tranne alcuni tiri tanto potenti quanto facili per Sepe la partita si chiude dopo tre minuti di recupero. Genoa – Parma 1-3 ha offerto un bello spettacolo: suspence, azione, tensione e sorprese che appagano lo spettatore e fanno bene la calcio.

notizie sul temaJuventus, squadra al completo a “La Continassa”. I bianconeri preparano sfide con Genoa e Manchester Unitedduring the pre-season friendly match between SSC Napoli and OGC Nice at Stadio San Paolo on August 7, 2016 in Naples, Italy.Napoli, De Laurentiis:” Parlerò con il Genoa per Piatek. Voglio prolungare il contratto ad Ancelotti”Calciomercato Roma: Piatek, giallorossi in pole per l’attaccante polacco
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,