Claudio Marchisio a un passo dal Milan nel 2017, lo rivela il padre dell’ex bianconero

Pubblicato il autore: giuliawhites Segui
TURIN, ITALY - OCTOBER 25: Claudio Marchisio of Juventus in action during the Serie A match between Juventus and Spal on October 25, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Claudio Marchisio – Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Marchisio Milan – A quasi due mesi di distanza dal 17 agosto, data che ha sancito la fine della lunga carriera di Claudio Marchisio alla Juventus, il padre e agente dell’ormai ex centrocampista bianconero ha rivelato ai  microfoni di Tuttosport un clamoroso contatto con il Milan.

La carriera di Marchisio alla Juventus è iniziata fin dalla tenera età, fin dai primi calci al pallone. 25 anni di carriera all’ombra della Mole, passati tra settore giovanile e prima squadra. 7 scudetti, 3 Supercoppa Italiana, 4 Coppa Italia vinti con la casacca bianconera.
Il 17 agosto scorso Claudio Marchisio ha rescisso ufficialmente il contratto con il club fino al 2020. Purtroppo la sua esperienza in bianconero non è finita nel modo in cui lui e i tifosi avrebbero desiderato. Niente passerella sul prato dello Juventus Stadium per salutare i propri tifosi, un addio che ha lasciato l’amaro in bocca un po’ a tutti.

MARCHISIO MILAN, LE PAROLE DEL PADRE-AGENTE

Ad oggi Marchisio avrebbe potuto militare ancora in Italia con la casacca del Milan, secondo quanto rivelato dal padre Stefano. “Non ho rimpianti. Tre anni fa Claudio sarebbe potuto andare altrove a guadagnare di più; nel 2017 ha detto no al Milan che gli offriva un ingaggio doppio perché il suo desiderio era quello di chiudere la carriera nella Juventus , la squadra del suo cuore. Nel calcio le cose cambiano: capisco la decisione della dirigenza bianconera di voler ringiovanire la squadra”.

potrebbe interessarti ancheSentenza Uefa Milan, multa e restrizioni nella rosa per le coppe. Mercato low-cost a gennaio per Leonardo?

 

MARCHISIO MILAN, LA STORIA SI RIPETE

Negli scorsi anni Marchisio era stato più volte accostato al Milan, mai però andato fino in fondo. Da ricordare anche che poco dopo la notizia della rescissione del contratto con la Juventus questa estate, parecchie testate avevano parlato di un clamoroso avvicinamento tra le parti. Il club rossonero avrebbe guadagnato in duttilità a centrocampo e il Principino sarebbe rimasto in Italia per un’ultima grande sfida.
Il padre-agente ha ricordato anche il momento dell’addio alla Juventus: “La telefonata di Claudio, a cui avevano appena comunicato la situazione: ero in vacanza in Val D’Aosta e mi sono precipitato in sede”.

potrebbe interessarti ancheDaniel Maldini, gol salva-Milan con l’Empoli Primavera (VIDEO)

MARCHISIO MILAN, L’AMBIENTAMENTO DI CLAUDIO IN RUSSIA  E L’AMORE PER LA JUVE

Allo Zenit il Principino sembra essersi già ambientato: “Claudio sta lavorando duro per riconquistare un posto nell’Italia. Detto questo, sono sincero: non vederlo in bianconero mi fa effetto, però poi io sono prima di tutto suo padre e la priorità per un papà è vedere il proprio figlio sereno. Il blu è strano, ma poi penso che con lo Zenit ha collezionato 5 presenze e un gol in un solo mese. Non fosse stato per l’influenza della scorsa settimana non avrebbe saltato nemmeno le ultime due gare. Magari, restando alla Juventus, lo stesso numero di partite le avrebbe disputate in un anno”.

Marchisio Milan – Il cuore però, rimarrà per sempre legato alla Juventus, a Torino e al bianconero. Nessun rancore verso la ex-squadra del figlio, solo i migliori auguri: “Mio figlio e io rimaniamo i i primi sostenitori della Juventus, non ci perdiamo una partita. Speriamo di festeggiare la Champions come nel 1996: da tifosi”.

notizie sul temaMilan, Leonardo alla Mazzarri nel post Olympiakos: “Troppo rumore, l’arbitro doveva fermare il match”Gattuso-Leonardo, resa dei conti al Milan: Olympiakos fine dell’era-Ringhio in rossonero?Olympiakos-Milan 3-1 (Video Gol Europa League): Cissé, Fortounis e l’arbitro eliminano i rossoneri
  •   
  •  
  •  
  •