Melissa Satta, ecco l’autobiografia:”Cristiano Ronaldo? Ho occhi solo per Boateng”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Melissa Satta, la vita della showgirl in libreria. “M come Melissa”, si intitola così l’autobiografia della bella Melissa Satta. Nel libro la showgirl sarda racconta la sua vita dall’infanzia a Boston alla passione per lo sport, la moda e i social network Il suo mantra è questo: “Guardo avanti e guardo in alto”. Come darle torto. Donna intraprendente e geniale, ex velina e oggi una delle più famose showgirl e modelle italiane. Tutto nasce nel 2011 quando comincia a interagire direttamente con il pubblico femminile dalle pagine del suo blog www.melissasatta.com, dove racconta le sue esperienze di viaggio, i suoi consigli di bellezza e dispensa pillole del suo stile inconfondibile. Il successo è immediato e anche sui social arriva a conquistare numeri da capogiro, con oltre 3 milioni di followers su Instagram. Da qui parte l’idea di coltivare e rafforzare il rapporto con i suoi numerosissimi fan attraverso un libro agile e grintoso.

Melissa Satta:”Ho occhi solo per Boateng”

Melissa Satta, felice con Boateng. Nel 2011 è cominciata anche la storia d’amore tra la Satta e Kevin Prince Boateng, allora calciatore del Milan. I due hanno un figlio, Maddox Prince Boateng, e si sono sposati nel 2016 a Porto Cervo. La bella Melissa, tifosa milanista, sta tradendo i rossoneri per il Sassuolo. I neroverdi hanno riportato in Italia Boateng, a due anni dall’ultima esperienza con il Milan. La Satta ha molto chiari anche in gusti calcistici:“Cristiano Ronaldo? Veramente Kevin dice di essere lui il più forte giocatore del mondo. Se lo dice lui, io ci credo”.

Ecco una foto di Melissa Satta tratta dal suo profilo Instagram

potrebbe interessarti ancheDe Ligt sempre più vicino alla Juventus, ma occhio al Liverpool

notizie sul temaVan Dijk prossimo Pallone d’Oro? L’olandese in vantaggio su MessiCristiano Ronaldo, la Mayorga ritira la denuncia per stuproCristiano Ronaldo, novità clamorosa sul caso Mayorga
  •   
  •  
  •  
  •