Serie A, 8a giornata di campionato: le probabili formazioni

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews


Tutte le ultime news aggiornate in tempo reale sulle probabili formazioni di questo lungo weekend di Serie A: si inizia stasera con l‘anticipo del Filadelfia tra Torino e Frosinone. Domani spazio a tre sfide: in Udinese-Juventus solito ballottaggio in attacco per i bianconeri, mentre in Empoli-Roma probabile l’utilizzo di Pellegrini al posto di Pastore. Nel Sunday Night Spalletti potrebbe fare delle modifiche…


Dopo gli impegni con le coppe europee per le sei squadre italiane, ultima fatica prima della pausa per gli impegni delle varie Nazionali. Per alcune squadre infatti termina un mini ciclo di partite che è stato decisamente pesante. Per altre, invece, può essere il contrario. Ci sarà sicuramente tempo e modo per ricaricare le energie ma nel frattempo bisogna scendere di nuovo in campo. Tre giornate di puro calcio che partiranno questa sera con Torino-Frosinone, per concludersi domenica sera con Spal-Inter (ore 20.30). Nulla però è scontato, e quindi analizziamo le probabili formazioni di questo ottavo turno di campionato.

TORINO – FROSINONE

Dopo il successo in casa del Chievo la scorsa settimana, Mazzarri dovrebbe aver deciso di schierare la coppia Zaza-Belotti. In difesa torna disponibile Moretti mentre Iago Falque non sembra avere ancora i 90′ delle gambe. Probabile l’utilizzo del 3-4-1-2 sacrificando Baselli. Sulle corsie ci saranno ancora Berenguer e Ola Aina. Soriano avrà il compito di innescare la coppia d’attacco.

Finalmente i ciociari si sono sbloccati: non c’è più quello zero alla voce gol fatti ma serve anche la rete su azione. In attacco Ciano si gioca il posto con Campbell mentre Ciofani è in vantaggio su Perica. In difesa, con l’indisponibilità di Capuano, spazio a Krajnc.

CAGLIARI – BOLOGNA

In casa rossoblù ci sono due assenti importanti: Maran deve rimpiazzare Klavan e a sinistra non recupera neanche Lykogiannis. In mezzo alla difesa possibile ballottaggio tra Pisacane e Andreolli ma Ceppitelli è pronto a tornare titolare al fianco di Romagna. A centrocampo l’unico dubbio riguarda Cigarini, mentre in attacco, salvo sorprese, confermata la coppia Pavoletti-Sau.

Nel Bologna ballottaggio in attacco: con l’intoccabile Santander duello Okwonkwo-Falcinelli per l’altra maglia. Buone notizie per Donsah che è tornato ad allenarsi col gruppo e potrebbe andare in panchina. In difesa Inzaghi potrebbe confermare la fiducia a Calabresi anche se Gonzalez spinge per tornare ad essere titolare.

UDINESE – JUVENTUS

Contro la Juventus, l’allenatore friulano non dovrebbe cambiare la formazione, ma mai dire mai. In attacco spazio a Lasagna. A centrocampo l’unico dubbio riguarda chi scegliere tra Pussetto e Machis, con il primo favorito sul secondo dopo il momentaneo vantaggio contro il Bologna.

In casa Juve Rugani e Khedira sono ai box, mentre Douglas Costa è ancora squalificato. A Udinese dovrebbe rivedersi Mattia De Sciglio, che partirà dalla panchina. In attacco confermati Cristiano Ronaldo e Mandzukic, mentre c’è ballottaggio per un posto da titolare tra Dybala e Bernardeschi.

potrebbe interessarti ancheMilan, anche Bonaventura out: emergenza totale per Gattuso, Kessiè cambia ruolo?

EMPOLI – ROMA

Stessa sorte in casa toscani, tra indisponibili e acciaccati: l’unica certezza è la difesa con Veseli. A centrocampo Bennacer è ancora in pole position ma potrebbe lasciar spazio ad Acquah. Davanti La Gumina pronto a tornare dall’ inizio nel tridente offensivo, dietro a Zajc punto fermo.

Nella capitale, sponda romanista, non ci sarà Javier Pastore. Come contro la Lazio, toccherà a Lorenzo Pellegrini prendere il posto dietro a Dzeko. Florenzi dovrebbe tornare basso con Under al rientro come esterno sinistro. L’unico dubbio riguarda capitan De Rossi: non è al meglio e potrebbe riposare. In tal caso spazio a Cristante con Nzonzi. Assente Kolarov.

GENOA – PARMA

Contro il Parma Ballardini schiererà la miglior formazione possibile: probabile l’assenza di Biraschi che ha un problema al dito. Nel caso non dovesse farcela è pronto Gunter, mentre in attacco toccherà a Kouamè assistere Piatek. A centrocampo va verso la conferma Sandro. Formula nuova, che nessuno, allenatore in primis, vuole smantellare. Vedremo se ci saranno i risultati.

Contro il Genoa, Gervinho, uscito vittorioso dopo la scorsa settimana, sarà in tribuna. Infermeria sempre affollata per D’Aversa: Sierralta e Dimarco sono out mentre Inglese e Gagliolo sono in forte dubbio. In attacco spazio a Ceravolo, mentre il ballottaggio per le altre maglie riguarda Biabiany, Di Gaudio e Ciciretti.

LAZIO – FIORENTINA

Dopo la clamorosa sconfitta a Francoforte (4-1), probabile il turnover per mister Inzaghi: Luis Alberto e Correa si giocano una maglia con il primo in leggero vantaggio. In difesa, se rientra Radu, Luiz Felipe vicino al ballottaggio con Wallace. In mezzo Badelj si contende la maglia da titolare.

A Firenze l’unica incertezza riguarda l’attacco: Pjaca sì o no?  Il talento viola è reduce da una prova parecchio incolore: Pioli potrebbe scegliere di proporre nell’XI titolare uno tra Eysseric e Mirallas. Dubbi anche a centrocampo con Veretout e Gerson che partiranno subito, mentre Benassi e Edimilson si contendono la terza maglia disponibile.

potrebbe interessarti ancheGianluca Mancini, è duello Inter-Juve, ma lui ha già scelto

MILAN – CHIEVO

Nel match di domenica Gattuso potrebbe far partire titolari Kessié, Calhanoglu e Musacchio, rimasti in panchina nell’ ultima gara in Europa League. In difesa potrebbe essere confermato Abate, mentre Laxalt è favorito su Rodriguez sull’ altro versante. Molto probabile la panchina per Cutrone e Castillejo.

D’ Anna deve fare i conti con gli assenti: se Cesar, Tomovic e Djordjevic non ci saranno, Giaccherini e Obi sono in forte dubbio. Di conseguenza formazione quasi fatta: senza Cacciatore, uno tra Depaoli e Jaroszynski sarà dirottato in fascia. In attacco spazio a Leris nel caso Giaccherini dia forfait. 

NAPOLI – SASSUOLO

Ancelotti è in piena emergenza: squalificato Mario Rui, Ghoulam potrebbe rientrare tra i convocati ma vederlo in campo dal primo minuto sarebbe una vera sorpresa. A centrocampo spazio a Diawara ma occhio anche a Fabian Ruiz e Verdi, mentre in attacco ballottaggio tra Milik e Mertens.

Dopo la sconfitta con il Milan De Zerbi cambierà modulo sicuramente, tornando al 4-3-3: in difesa Marlon e Ferrari centrali anche se Magnani potrebbe essere la sorpresa. In mezzo ancora affaticato Duncan, con Sensi pronto a sostituirlo. Locatelli e capitan Magnanelli si giocano le altre maglie. In attacco confermato il tridente Berardi-Boateng-Di Francesco.

SPAL – INTER

Contro l’Inter, Semplici non dovrebbe modificare nulla rispetto alla gara contro la Sampdoria. Kurtic è indisponibile mentre Everton Luiz e Valoti si giocano il posto nel ruolo di interno sinistro. Davanti Paloschi potrebbe avere una chance su Petagna ma l’ex atalantino resta in vantaggio sul compagno di reparto.

Dopo la vittoria-rimonta Spalletti potrebbe cambiare alcuni uomini: D’Ambrosio potrebbe lasciare il posto da titolare a Vrsaljko che è stato provato negli ultimi giorni in allenamento. A centrocampo nessuna variazione, mentre dietro a Icardi possibile un trio formato da Candreva, Nainggolan e Keita.

notizie sul temaInter, parte il mercato targato MarottaMilan, Bonaventura si opera al ginocchio. Stagione finita per il centrocampista rossonero ?Inter, vedi Gasperini e poi piangi
  •   
  •  
  •  
  •