Ciro Sirignano:”prima di concludere la carriera, mi sono ripromesso di provare a tornare a Catanzaro, spero di riuscirci…”

Pubblicato il autore: Maurizio Ceravolo Segui


Ciro Sirignano
-roccioso difensore in forza alla Virtus Verona– ci ha concesso un’intervista nella quale ha parlato di tante tematiche ma ha espresso un desiderio che spera che si possa avverare prima della conclusione della sua carriera: tornare a vestire la maglia giallorossa del Catanzaro.

Di seguito l’intervista integrale.

In carriera, hai militato sempre in squadre di serie c, tra cui Catanzaro, Sanbenedettese, Ischia, Cavese, con una parentesi anche ad Avellino in serie B, qual è stata la piazza che ti ha entusiasmato di più?

Sono stato in tante piazze importanti ma, sicuramente, Catanzaro mi è rimasta nel cuore perchè è stata un’annata bellissima, conclusa con la vittoria del campionato e giocata da protagonista. Come tifo, oltre Catanzaro, ho avuto la fortuna di stare ad Avellino, Cava, e San Benedetto che hanno un grandissimo seguito di tifosi

Anche alla piazza di Catanzaro sei rimasto nel cuore, come mai le vostre strade si sono divise?

potrebbe interessarti ancheAnagni-Avellino 1-1 (Video Gol Serie D): De Vena illude, la vetta si allontana

Purtroppo, all’epoca, il Direttore Ortoli fece scelte diverse e, mio malgrado, sono stato costretto ad andare via. Mi sono ripromesso di cercare di tornare prima di concludere la carriera, spero di riuscire a farlo. Da tre anni gioco nel girone B e quindi ho meno visibilità del sud, ma la speranza c’è sempre

Veniamo al presente, quest’anno giochi nella Virtus Verona, terza squadra di Verona, al suo esordio in serie C unica. Come ti trovi? La salvezza può essere un obiettivo alla vostra portata?

Si, sono venuto qui per mettere la mia esperienza al servizio della squadra. Dopo un inizio un pò in salita, dove non sono mancate le prestazioni, ma abbiamo pagato lo scotto di essere nuovi in questa categoria, ora stiamo raccogliendo risultati positivi. C’è ancora della strada da fare ma sono sicuro che, con il lavoro, possiamo riuscire a centrare l’obiettivo stagionale

Quali squadre, invece, conoscendo tutti e tre i gironi, perchè ci hai giocato, vedi favorite per l’assalto alla Serie B?

Nel girone B, la Ternana e il Pordenone su tutte. Nel girone A, Carrarese, Entella e Pro Vercelli. Nel girone C, oltre a Juve Stabia, Catania e Trapani, spero nel Catanzaro

potrebbe interessarti ancheAvellino-Anzio 3-1 (Video Gol Highlights): spavento bianco-verde, poi De Vena-Tribuzzi-Matute calano il tris

Negli ultimi tempi si sta parlando, soprattutto per quanto riguarda il girone C, di terreni di gioco al limite della praticabilità, tu cosa ne pensi? Per un calciatore quanto, le condizioni del terreno di gioco, influenzano la prestazione?

Penso che in Serie C si gioca a calcio e chi paga il biglietto vuole vedere uno spettacolo, perciò, è giusto che il terreno di gioco sia adeguato alla competizione. Per quanto riguarda la prestazione, sicuramente la influenza e non poco

Un ultima domanda: quale allenatore, nella tua carriera, ti ha aiutato a crescere calcisticamente?

Ne ho avuti tanti ed ognuno mi ha insegnato qualcosa. Cito mister Grassadonia, un allenatore che, in campo, cura ogni minimo particolare ed insegna calcio. Poi mi hanno insegnato tanto anche mister D’Urso, ai tempi del Catanzaro e mister Marcolini. Quest’ultimo molto preparato e che sicuramente arriverà in alto. Infine, mister Maurizi, il quale mi ha insegnato molto oltre che tatticamente, soprattutto, dal punto di vista mentale e caratteriale in campo

notizie sul temaRoma-Virtus Entella Coppa Italia (video gol e highlights) 4-0: Schick protagonista, giallorossi ai quartiAlbalonga-Avellino 0-1 (Video Gol Serie D): Tribuzzi firma il colpo esterno dei biancoverdiAvellino-Ladispoli 2-0 (Video Gol Serie D): De Vena-Morero, la Befana è biancoverde per Bucaro
  •   
  •  
  •  
  •