Milan eliminato dall’Europa League, Gattuso chiede scusa ma tante colpe sono anche sue

Pubblicato il autore: allecarpi Segui

Gennaro Gattuso – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Prosegue il periodo nero per il Milan di Gattuso in quanto a risultati ottenuti nelle ultime fare, la sconfitta con la conseguente eliminazione dall’Europa League per i rossoneri ai danni dell’Olympiacos non risparmia l’allenatore attaccato subito da diverse critiche, andiamo a vedere le parole di Gattuso nel post partita di ieri sera:

C’è tanta delusione innanzitutto, la rabbia più grande è che avevamo la partita in mano e in uno stadio così, se crei otto palle e alla prima difficoltà cominci a commettere della difficoltà è giusto essere eliminati, oggi abbiamo regalato partita, poi va bene che anche la terna arbitrale non è stata altezza, ma non voglio alibi è giusto che ce ne siamo andati a casa la colpa non è solo dei giocatori ma è anche mia”.

Non solo autocritico ma anche abbastanza oggettivo nelle sue parole, è ovvio che un momento di difficoltà non possa essere solo colpa di una persona, vanno divise le colpe ugualmente tra tutti, titolari, panchinari, staff tecnico e società, almeno è così che dovrebbero fare le grandi società senza mai addossare tutte le colpe ad un singolo soggetto. Gattuso ha poi continuato la sua intervista:

potrebbe interessarti ancheEuropa League, Napoli-Arsenal 0-1 (Video gol): Gunners corsari al San Paolo con la rete di Lacazette. Inglesi alle semifinali

”Bisogna tirare con il veleno, abbiamo creato e molte volte non abbiamo il veleno. Però sicuramente abbiamo regalato la partita, senza nessuna scusante. Assumiamoci le nostre responsabilità perché non potevamo perdere, poi possiamo parlare dell’arbitro, del rigore e della trombetta, ma in questo momento dobbiamo pensare a cosa ci manca per diventare una grande squadra. In queste partite conta il veleno, conta la furbizia, invece questa squadra in determinate situazioni crolla. Non siamo abituati a certe situazioni e dobbiamo prendere qualche bastonata per migliorare, adesso sono molto arrabbiato perchè potevamo essere più forti degli episodi, prima dell’ 1 a 0 non ci avevano neanche fatto il solletico, divento pazzo quando succede stiamo ore e ore a preparare i calci piazzati e poi succedono queste cose. Vorrà dire che dovremo fare di più, e questa partita sarà dura di digerire, adesso dobbiamo andare avanti senza fare vittimismi”.

Trapela grande delusione e amarezza nelle parole di Gattuso, un Milan che si è fatto sfuggire una qualificazione che sembrava quasi scontata, la colpa è in parte del tecnico ma occhio ad addossarle solo addosso a lui, l’allenatore rossonero ha usato più volte la parola veleno, un termine abbastanza atipico nel calcio, ma che rende benissimo l’idea di quello che manca al Milan, ovvero è il sinonimo di grinta e cuore, insomma quella caratteristica che ha reso quello che era in campo Ringhio, e sembra strano, quasi paradossale, che una persona piena di veleno come lui non riesca a trasmetterla alla sua squadra.

potrebbe interessarti ancheNapoli-Arsenal streaming e diretta tv Europa League, oggi 18 aprile dalle 21

Gattuso rimane convinto che siano più forti dell’Olymiacos, nonostante la partita persa, ha fiducia nei suoi giocatori ed è pronto a rialzarsi dopo questo ennesimo tonfo del Milan, che in campionato non sta andando male e in Europa era ad un passo dalla qualificazione, ma si sa nel calcio ti basta un periodo storto e ti può andare in frantumi un’intera stagione.

notizie sul temaEintracht Francoforte-Benfica streaming e diretta TV Europa League, dove vedere il match oggi dalle 21Probabili Formazioni Europa League, ritorno quarti di finale: il Napoli con Insigne e Milik dal 1′Arsenal-Napoli, Ancelotti fiducioso:”Ce la possiamo fare”. Insigne è un caso aperto
  •   
  •  
  •  
  •