Milan, Montella attacca Gattuso e Abbiati. Su Bonucci: “Si poteva essere capitani anche senza fascia”

Pubblicato il autore: allecarpi Segui

Milan – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

 

Vincenzo Montella torna a parlare di Milan e si sofferma anche sulla questione Bonucci e il suo anno passato da capitano rossonero, ecco le sue considerazioni a riguardo:
”A suo tempo la società aveva promesso a Bonucci la fascia di capitano. Io a Leo dissi telefonicamente che si poteva essere capitani anche senza la fascia, a volte lo si è anche di più. Poi mi sono preso del tempo, era una scelta che volevo prendere io. Con il nuovo corso la società  quasi mi costrinse, anche se ero d’accordo, a dare la fascia di capitano a un nuovo calciatore e io questa scelta l’ho avallata perchè la nuova proprietà ha diritto di poter scegliere il proprio capitano. Ero indeciso tra Bonucci e Biglia, ne parlai anche con Lucas ma non era entusiasta, perchè probabilmente aveva avuto esperienze negative in passato. Quindi la scelta fu facile alla fine”.
Parole che spiegano la scelta presa lo scorso anno sulla selezione del capitano del Milan, come dice Montella il ballottaggio era tra Bonucci e Biglia, due giocatori nuovi ma allo stesso tempo con carisma ed esperienza alle spalle, ricordiamo che in quell’anno i rossoneri cambiarono una decina di giocatori anche per questo la decisione fu quasi obbligatoria che cadesse su un nuovo volto, nonostante storicamente il Milan abbia pressoché sempre dato la fascia di capitano a chi era da più tempo nel club.

potrebbe interessarti ancheMarchisio, per sempre juventino:”Ho rifiutato due volte il Milan”

L’aeroplanino non risparmia neanche Gattuso e Abbiati, sull’ex portiere che aveva dichiarato in un’intervista tempo fa che lavorare con Montella era complicato data la sua troppa diffidenza, ecco le parole in merito dell’ex allenatore rossonero: ”Quando l’ho letto ammetto di esserci rimasto male, pensavo di avere un ottimo rapporto con Christian, lo invitavo a tutte le riunioni tecniche con la squadra, tranne l’ultima in cui rimanevo solo coi miei giocatori. La verità è che non ha mai voluto partecipare”.

Con Rino Gattuso non ha un grande rapporto, non si sono quasi mai sentiti, ma due frasi Montella non le risparmia neanche a lui, ecco quello che ha detto:
”Ho solo voluto dirgli che stava sbagliando ad insistere nella preparazione atletica nelle sue interviste, si stava esagerando su un tema che mi tocca profondamente. Lui sta facendo bene ma non è corretto criticare le mie competenze. Ho cinque/sei anni di esperienza in più in Serie A, penso di avere maggiori conoscenze di chi dice certe cose. Un conto è quanto corri, un altro è l’intensità che ci metti ”.

potrebbe interessarti ancheCalciomercato Milan, a giugno si cambia: futuro incerto per Suso, Calhanoglu e Cutrone

Montella non si ferma solo sui discorsi del capitano del Milan, di Gattuso e Abbiati ma si esprime anche su altri concetti come ad esempio sul fatto che non assecondò esattamente tutti i nuovi undici acquisti realizzati quell’estate, di Andre Silva ha saputo a trattativa già conclusa mentre con Bonucci è stato lui ad insistere per portarlo in rossonero.
Conclude pronunciandosi sul suo futuro dicendo che ha ricevuto molte offerte soprattutto dall’estero ma deve riflettere attentamente alla decisione da prendere, senza fretta, perchè non può permettersi di sbagliare la prossima scelta.

notizie sul temaMilan, con le grandi non si vince (quasi mai): Gattuso ha un problemaSqualificati Serie A 29°turno: tre turni per Aina. Multato il MilanMilan, lite Kessiè-Biglia: pace in diretta tv. Ma ora che succede?
  •   
  •  
  •  
  •