Monza, altro stop per Brocchi con il Gubbio (VIDEO). La rivoluzione di Galliani:”Cambio denominazione al club”.

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Monza, si cambia nome. Sul campo le cose non vanno come previsto, una sola vittoria in 10 giornate di campionato, ma Adriano Galliani è uno che non molla. Mai. L’ex amministratore delegato del Milan, oggi plenipotenziario del club brianzolo, annuncia grandi cambiamenti in casa biancorossa. “Nel prossimo consiglio proporrò il cambiamento di nome. La squadra è sempre stata Ac Monza e voglio che torni a chiamarsi così. SS (società sportiva) non mi piace, mi fa paura come dicitura, e poi Ac è la nostra vera denominazione. Mi hanno spiegato che 1912 non si può togliere, ma va, bene, quella è la nostra data di nascita, la nostra storia. Dal primo luglio ci chiameremo Ac Monza 1912″.

potrebbe interessarti ancheMonza-Pro Vercelli 1-0 (Video gol highlights Serie C), Anastasio regala il successo ai brianzoli

Una questione evidentemente importante per uno molto scaramantico come Galliani. Certo ci sarà da aspettare e per la stagione in corso il Monza dovrà continuare a mantenere la dicitura attuale. Sperando che i risultati migliorino già a partire da domenica prossima. Il cambio in panchina non ha sortito, fino ad ora, grandi scossoni. Brocchi ha colto solo una vittoria e qualche pesante batosta. Oggi è arrivato un altro deludente pareggio a reti bianche con il Gubbio. Il Monza è oggi a 9 punti dalla vetta della classifica, fuori persino dalla zona playoff. Il mercato si avvicina. Lì, magari, il condor Galliani cercherà di piazzare qualche colpo da maestro. Uno era stato quasi portato a termine. Quasi.

Monza, Galliani:”Avevo quasi convinto Kakà”

Monza, Kakà quasi biancorosso. Dalle colonne de Il Cittadino è sempre Galliani a spiegare come avesse quasi convinto Kakà a tornare a giocare in Italia:”Per una settimana io e il presidente Berlusconi abbiamo cullato il sogno di portare Kakà al Monza. C’era ancora un posto libero in rosa, il 14esimo senior. Oggi quel posto è occupato da Simone Iocolano, che ho scelto io e che farà sicuramente meglio da qua in poi, ma capite bene che Ricardino è tutta un’altra cosa. L’ho chiamato e l’ho corteggiato per una settimana, lui difficilmente può dire di no a Galliani e Berlusconi. Se oggi non gioca nel Monza è solamente perchè ha preferito rimanere vicino alla famiglia a San Paolo”.

potrebbe interessarti ancheComo-Monza 0-1: decide Mosti all’ultimo respiro! Primo posto per la squadra di Brocchi

Kakà al Monza sarebbe stata una strepitosa operazione di marketing per il Monza targato Fininvest. Forse magari meno dal punto di vista tecnico, visto anche il rendimento del Pallone d’Oro 2007 nella sua ultima stagione al Milan. Questo è quello che poteva essere. Quello che sarà è la trasferta di Gubbio in campionato. E sarà cominciare a vincere perché la pazienza dei tifosi del Monza non durerà per sempre.

notizie sul temaRamsey e Rabiot: la Juventus è regina del costo zeroMilan Club Parlamento, da Galliani a Boschi: i politici rossoneri si riuniscono a RomaMilan, Paquetà-Piątek: la coppia che fa sognare
  •   
  •  
  •  
  •