Torino-Juventus, frasi vergognose verso i sostenitori granata a pochi giorni dal derby della Mole

Pubblicato il autore: Stefano Trentalange Segui


A volte ci si dimentica che il calcio è uno sport e, come tale, deve essere vissuto con la maggior serenità possibile perché ogni evento di questo tipo rappresenta un modo per uscire dalla routine quotidiana spesso costellata da frustrazione, rabbia e altri sentimenti negativi che fanno parte della vita di ognuno. Invece, il calcio è visto ancora oggi come una valvola di sfogo utile a sputare odio e disprezzo verso l’avversario di turno, soprattutto quando si è nell’imminenza di una partita particolarmente sentita come un derby cittadino.
La cultura calcistica italiana, se di “cultura” si può parlare, offre ancora pessimi esempi di come non si deve mai accendere una sfida che, già di per sé, potrebbe scatenare i peggiori istinti tra tifoserie opposte.

L’ultimo esempio ci viene documentato dalle strade di Torino, dove sono state rinvenute alcune vignette sul derby di Serie A ormai alle porte tra Torino e Juventus. Il manifesto, affisso in più punti del capoluogo piemontese, raffigura un topo che veste la maglia granata numero 12, mentre sta per essere lasciato cadere in un tombino da un braccio a tinte bianconere con su scritto 1897, anno di fondazione della Juventus.
Il 12 fa riferimento ai tifosi granata della Curva Maratona, che storicamente rappresentano quella spinta emotiva in più in favore dei propri beniamini del Toro. Il disegno di cattivissimo gusto è, inoltre, accompagnato da una frase che recita: «Questa settimana i topi escono a cercare rogne. Granata tornate nelle fogne». Un’espressione che non ha bisogno nemmeno di essere commentata più di tanto, ma che dovrebbe essere unanimemente condannata sia dagli juventini che dai sostenitori del Toro senza se e senza ma. Invece, anche nel rispetto della libertà di pensiero, in molti vedono in questo gesto un semplice sfottò tra rivali senza considerare i risvolti pericolosi che possono verificarsi con l’avvicinarsi del derby della Mole.

potrebbe interessarti ancheBologna-Atalanta streaming e diretta tv Dazn: dove vedere Serie A domenica 15 dicembre

Non è questo il miglior modo per salutare il 197° scontro della storia calcistica italiana tra le due anime di Torino, soprattutto pensando alla morte recente di Gigi Radice, ex grande tecnico dell’ultimo scudetto granata targato 1976.
Non è la prima volta che una minoranza della tifoseria juventina si contraddistingue per episodi così beceri e poco sportivi nei confronti dell’altra metà di Torino. Nel 2015, infatti, molti ricordano alcuni striscioni bianconeri inneggianti alla tragedia di Superga, episodio doloroso e indelebile nella mente di tutti gli amanti del calcio italiano. O, molto più recentemente, un altro esempio ignobile di come viene ancora vissuto il calcio in Italia da una parte di pseudo-tifosi è la scritta apparsa nei pressi dello stadio della Fiorentina poco prima del calcio d’inizio della partita tra la Viola e la Juventus, in cui si richiamava alla memoria l’episodio dello stadio Heysel di Bruxelles, corredato dal numero esatto di morti tra i tifosi del Liverpool e quelli bianconeri. Anche qui, si tratta di un gesto inaccettabile che macchia una tifoseria come quella della Fiorentina già duramente colpita dalla tragedia del capitano Davide Astori.

potrebbe interessarti ancheModena-Ravenna streaming gratis Eleven Sports e diretta tv Serie C, dove vedere match oggi 14 dicembre

Il clamore suscitato dalle nuove frasi ingiuriose in vista del derby del prossimo sabato sera tra Torino e Juventus dimostra che non è stata ancora debellata quella piccola parte malata di estremisti del mondo del calcio, colpevoli di mettere in cattiva luce tutti coloro che vedono lo sport come una festa a cui partecipano migliaia di persone vogliose di sostenere i propri idoli prima ancora di pensare ad insultare gli avversari.
Il triste avvenimento di ieri attesta, inoltre, l’attenzione maggiore di alcuni sostenitori bianconeri sul derby di sabato contro il Torino, piuttosto che pensare all’importante sfida di stasera tra la Juventus e lo Young Boys, decisiva per il primo posto nel girone di Champions League della banda di Allegri. Ma, evidentemente, questo agli pseudo-tifosi non interessa.

notizie sul temaCavese-Ternana: streaming e diretta tv, dove vedere Serie C oggi 14 dicembreNapoli-Parma streaming gratis e diretta tv Serie A, dove vedere match oggi 14 dicembreArsenal-Manchester City streaming e diretta tv, dove vedere Premier League 15 dicembre
  •   
  •  
  •  
  •