Ancelotti risponde a Malagò sul caso Kuolibaly: “mai parlato di sospensione delle partite”

Pubblicato il autore: Luciano.Tab84 Segui

Inter-Napoli sembra non finire mai. La coda polemica in merito a quanto successo al difensore senegalese del Napoli Koulibaly la sera del 26 Dicembre, vittima di cori razzisti da parte degli pseudotifosi nerazzurri, continua a trascinarsi in queste ore. Carlo Ancelotti, nella conferenza stampa in vista della partita di Coppa Italia Napoli- Sassuolo, torna a parlare del problema del razzismo: “Non è stata una goliardata, c’è poco da ridere. Purtroppo il razzismo non è solo un problema del Napoli, ma culturale. Noi siamo stati chiamati in causa perché è successo a Koulibaly ma la situazione riguarda tutta l’italia“. il tecnico di Reggiolo ci tiene a chiarire anche la posizione del Napoli

potrebbe interessarti ancheBologna, Mihajlovic blocca la partenza di Destro

Carlo Ancelotti – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

rispetto alle dichiarazioni di Malagò sui comportamenti da rispettare in casi analoghi a quelli di Milano: “Non abbiamo nessuna pretesa di decidere chi deve interrompere le partite, c’è un protocollo e va rispettato. La Federazione sta cercando di semplificare le regole, mai parlato di sospensione delle partite, ma di interruzione momentanea, questa è la nostra posizione“. La conferenza stampa prosegue con le dichiarazioni del tecnico sull’impegno di Coppa Italia:”La Coppa Italia è una manifestazione corta, in questo senso quella più semplice dove poter arrivare fin in fondo ma anche dove rischi di uscire se commetti quale errore

potrebbe interessarti ancheSan Siro: Milan e Inter vogliono la demolizione

notizie sul temaFonseca: “Un onore allenare la Roma, faremo grandi cose”Storie di Calcio: Michel PlatiniMilan, Ceballos a tutti i costi: ecco il piano
  •   
  •  
  •  
  •