Fiorentina: Luis Muriel, il ritorno del… Fenomeno

Pubblicato il autore: fabricondo Segui


Un Fenomeno al Franchi. Quando al 70′ di Fiorentina-Sampdoria Luis Muriel si è fatto tutto il campo palla al piede e ha segnato, tutti hanno stropicciato gli occhi e per un istante hanno rivisto Ronaldo. Non Cristiano, ma Luis Nazario da Lima, che a questi coast to coast aveva abituato gli appassionati di calcio. Dal capolavoro col Compostela, ai tempi del Barcellona, alla fuga di Marassi contro la Sampdoria, con la maglia dell’Inter, tanto per citare due opere d’arte esposte nella galleria del brasiliano. Ecco, quello scatto bruciante ha fatto venire i lucciconi agli occhi dei nostalgici del Fenomeno, ma pure ricordato a tutti le caratteristiche del velocissimo attaccante colombiano, appena arrivato alla Fiorentina. Se Pioli riuscirà a trovare il giusto equilibrio, il tridente con Simeone e Chiesa promette scintille.

Dopo un anno e mezzo a Siviglia, quindi, Muriel si è ripresentato in Italia con la maglia viola, esibendo il suo biglietto da visita, che qualche anno fa aveva attirato l’attenzione delle grandi, non solo in serie A. Prelevato nel 2010 dal Deportivo Calì dai dirigenti dell’Udinese, l’attaccante era stato girato quasi subito al Granada – squadra che allora orbitava intorno alla famiglia Pozzo – per poi finire a Lecce. Qui i primi lampi, nel torneo 2011-2012, con 7 gol in 29 partite, nonostante la retrocessione dei salentini. Quindi torna in Friuli e per tre anni indossa la maglia bianconera, mettendo a segno 15 reti in 57 gare. Nel 2015 la cessione alla Sampdoria: nei due anni in maglia blucerchiata diventa un beniamino della Gradinata Sud e colleziona 21 centri in 79 partite. Ma quello che resta più impresso nella mente dei tifosi sono le accelerazioni brucianti, che presto ne fanno un pezzo pregiato del mercato.

potrebbe interessarti ancheFiorentina, “intrigo” Borja Valero: previsto un summit nel pomeriggio

Tra le tante offerte, spunta quella del Siviglia, che si aggiudica il rampante attaccante colombiano nell’estate del 2017. Il rendimento, però, è inferiore alle attese e Muriel segna appena 8 gol in 35 presenze. Le praterie del campionato italiano, evidentemente, sono più congeniali al colombiano, che a dicembre viene accostato al Milan, alla ricerca di un esterno d’attacco veloce. Anzi, al termine della sofferta vittoria con la Spal – decisa dall’ultimo gol in rossonero di Higuain, ormai promesso sposo del ChelseaGattuso sembra sbilanciarsi sulle possibilità di approdo di Muriel a Milanello.  Sembra fatta, ma come nel più classico dei colpi di scena, irrompe Pantaleo Corvino, che aveva già strappato la promessa del giocatore di trasferirsi a Firenze. Muriel mantiene la parola data e così sbarca a piazza della Signoria.

A segno nella prima amichevole con la Viola, durante la pausa, Muriel dimostra di andare di fretta e convince Pioli a schierarlo titolare alla ripresa del campionato, quando al Franchi si presenta proprio la sua ex Sampdoria. Nello scoppiettante 3-3 di ieri il colombiano mette a segno una doppietta, di precisione il primo gol, da applausi a scena aperta il secondo. Il tecnico gigliato, che lo ha fortemente voluto, gli aveva dato un benvenuto speciale: “Sei l’unico che mi ricorda Ronaldo il Fenomeno“. Chissà cosa avrà pensato, il buon Stefano, quando lo ha visto sfrecciare al 70′. Esattamente come il Fenomeno, quando entrava nelle difese come un laser…

potrebbe interessarti ancheFiorentina, in attacco spunta un ex della Juventus: il punto

notizie sul temaLlorente alla Fiorentina? I viola trattano con lo spagnoloChiesa-Fiorentina: la resa dei conti. Spunta uno scenario che spaventa i violaFiorentina-Chivas 2-1 (Video Gol Highlights): Simeone-Sottil, primo sorriso per Montella all’ICC
  •   
  •  
  •  
  •