L’Inter e il male di farsi sempre del male

Pubblicato il autore: Francesco Fiori Segui

L’Inter è un caso patologico in Serie A. A memoria nessuna squadra ha la stessa capacità di avere alti e bassi nello stesso campionato, addirittura nelle stesse sessioni di mercato, tra un allenatore in bilico, giocatori capricciosi, showgirl e ambiente fumantino.

potrebbe interessarti ancheInter-Roma 1-1 (Video Gol Serie A): Perisic risponde a El Shaarawy, a San Siro finisce in parità


Cosa abbia fatto di male al calcio italiano l’Inter non si sa, ma pare ci sia una perenne voglia di colpirla, rottamarla e degradarla. Le si rinfaccia, sponda città di Torino, uno “scudetto di cartone, dimenticando però che quello sudetto l’avrebbe accettato volentieri il Milan, se non fosse stata anch’essa punita, e di conseguenza zitta zitta ha preferito il silenzio.

potrebbe interessarti ancheInter-Roma streaming gratis e diretta TV Serie A, dove vedere il match oggi dalle 20.30

L’ambiente fumantino ha chiesto a spada tratta le due punte, Lautaro e Icardi, ma il primo è ancora acerbo e giocavane per le difese italiane e il secondo vive col terrore che guardando Tiki Taka la moglie/manager/showgirl straparli e faccia scoppiare casini.
Spalletti vive con l’ombra di Conte, allenatore di spessore e vincente, ma con una pecca che molti forse non vogliono vedere, cioè il passato bianconero e un amore mai nascosto per la Juve.
Sono professionisti, questo è certo, ma cosa potrebbe accadere al primo passo falso di Conte all’Inter? Apriti cielo.
Poi arrivano i giocatori come Perisic, sempre professionisti esemplari che poi di botto si scoprono bambini, chiedendo adeguamenti di contratto e tanti, tanti soldi, alla faccia di quei bimbi che allo stadio li venerano come fossero Dei dell’Olimpo.
Marotta ha il suo bel da fare, lavora in una società perennemente allo scoperto, mai difesa perché è nel dna nerazzurro essere gentiluomini, ma di qui a passare per fessi il limbo è veramente sottilissimo.

notizie sul temaInter interessata a Danilo del Manchester CityIJF19, Valsecchi a SN: “In Leclerc rivedo Hamilton. Alla Ferrari serve affidabilità, ha i piloti giusti per vincere”Zaniolo, niente asta per il gioiello della Roma: no secco alla Juve
  •   
  •  
  •  
  •