Bologna, Destro: “Mihajlovic mi ha dato fiducia”

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui


Mattia Destro è tornato al gol. Un digiuno durato 351 giorni dall’ultima partita sempre Bologna-Genoa il 24 febbraio 2018, insomma un segno del destino. Oggi dopo la partita ha rilasciato alcune dichiarazioni togliendosi qualche sassolino:

Per un attaccante fare goal è tutto. Oggi ero convinto di riuscire a segnare, peccato che non sia arrivata la vittoria: sarebe stata la domenica perfetta. Nel complesso abbiamo giocato bene, cercando fino alla fine di arrivare ai tre punti, purtroppo sulla traversa  di Danilo non siamo stati molto fortunati. Questa rete la dedico a mia moglie e ai tifosi rossoblù, che mi sono stati sempre vicino. Quando un centravanti non segna non è mai semplice,ma loro mi hanno sempre sostenuto nonostante tutto.”

potrebbe interessarti ancheProgetto Milan – Leonardo punta ad una squadra giovane e di prospettiva

Mercato: “Io ho sempre ribadito di voler rimanere a Bologna, se qualcuno avesse voluto che andassi via me l’avrebbe dovuto dire e mi sarei guardato attorno.

Il rapporto con Inzaghi: ” Fatemi fare un po’ di goal e vi spiegherò tutto. Preferirei non parlarne adesso ho fatto solo un goal niente di più. Adesso voglio fare il massimo per salvare la squadra, più avanti faremo una chiaccherata.”

potrebbe interessarti ancheBologna-Parma 4-1 (Video Highlights Serie A): poker rossoblu nella ripresa che vedono la salvezza, Parma nei guai

Su Mihajlovic: ” E’ il primo allenatore che appena arrivato mi ha dato subito fiducia , poi sta a me dimostare di meritarla domenica. Giocare o non giocare è un altro discorso, ma quando il  mister crede in te cambia tutto. Per tutto ciò che è accaduto molte colpe sono mie, in diversi frangenti dovevo dare di più. Sono indietro fisicamente, spero di riuscire a riprendermi presto con gli allenamenti.”

Sperando con questo goal di ritrovare il Destro ammirato diverso tempo fa quando segnò all’esordio col Genoa per poi esplodere con le maglie di Siena e Roma e nella prima parte di stagione al Bologna dove per un infortunio finì la stagione in anticipo. Da allora una lenta ripresa, prestazioni opache fino al continuo stazionamento in panchina: che sia il segnale della rinascita

notizie sul temaCaos, Chiesa alla Juve? Passa da Orsolini!Serie A1 Basket, classifica e risultati big matchBologna, da adesso saranno 24 ore di tensione
  •   
  •  
  •  
  •