Juventus al comando a +15 sul Napoli: la situazione dopo 28 giornate

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui


Campionato fermo in vista degli impegni della Nazionale contro Finlandia e Liechtestein validi per le qualificazioni a euro 2020  e quindi è opportuno fare un’analisi approfondita dopo 28 giornate. Al comando della classifica vediamo la Juventus a 75 punti (record dopo 28 giornate) che ha conosciuto la sua prima sconfitta per mano del Genoa, ma nulla toglie quanto di buono ha fatto vedere la squadra di Allegri fino adesso. Siccome l’ottavo scudetto è ormai vicino l’obiettivo principale sarà quello di disputare una nuova finale di Champions League.

Al secondo posto con un distacco di 15 punti troviamo il Napoli con 60 punti. La squadra di Ancelotti in questa fase ha dimostrato di non essere troppo continua inanellando una serie di pareggi che ne hanno rallentato il cammino. L’intento del team è di andare avanti il più possibile in Europa League anche se il prossimo avversario non è dei più semplici (l’Arsenal). Al terzo posto ritroviamo l’Inter (53) vittoriosa ieri sera nel derby. Il cammino dei nerazzurri di Spalletti è stato altalenante complice l’eliminazione dall’Europa League e le vicende extracalcistiche ( il caso Icardi). Ora l’obiettivo è quello di chiudere al meglio la stagione conquistando la qualificazione alla Champions League. Segue al quarto posto il Milan di Gattuso (51) che, dopo un girone d’andata al di sotto delle aspettative, è riuscito a rilanciarsi nei quartieri alti grazie al suo nuovo goleador: Piatek. Al quinto posto ecco la Roma con 47 punti: i giallorossi ora allenati da Ranieri sembrano essersi entrati in un tunnel da cui non riescono ad uscire e al tecnico spetterà di ritrovare una squadra che ha perso le sue certezze dopo l’eliminazione dalla Champions League. Il sesto posto è occupato rispettivamente dalla Lazio di Simone Inzaghi ( con una gara da recuperare) e l’Atalanta di Gasperini (45). I biancocelesti, digerita l’eliminazione dall’Europa League, sembrano aver trovato nuove energie ( il 4-1 sul Parma ne è la prova): i nerazzurri invece continuano a confermarsi come squadra rivelazione del campionato grazie al gran lavoro del tecnico di Grugliasco. Entrambe le squadre hanno come obiettivo anche la Coppa Italia. Segue il Torino di Mazzarri all’ottavo posto (44): i granata, dopo un lungo filotto di risultati utili consecutivi, sono incappati nella sconfitta contro il Bologna: l’obiettivo Europa resta di fatto alla portata. Al nono posto troviamo la Sampdoria di Giampaolo (42); i blucerchiati, grazie a un Quagliarella che sta vivendo una seconda giovinezza, restano ancora in corsa per un posto nelle competizioni europee. Chiude la parte sinistra la Fiorentina di Pioli con 37 punti: i viola sono apparsi in crisi tra pareggi, sconfitte e situazioni poco chiare (in primis la posizione dell’allenatore). Per ambire all’Europa potranno sfruttare anche l’ingresso secondario la Coppa Italia.

potrebbe interessarti ancheGattuso, la rivoluzione non paga: il Milan si gioca tutto con il Torino

Passiamo alla parte destra. All’undicesimo posto troviamo appaiate Parma e Genoa a 33 punti in una posizione di tranquillità. I gialloblù di D’Aversa sembrano aver mollato la presa ma non dimentichiamo il triplo salto dalla serie D alla serie A in pochi anni. I rossoblù di Prandelli, con la vittoria di ieri sui campioni d’Italia, punteranno a togliersi altre soddisfazioni. Segue di un punto il Sassuolo di De Zerbi a 32 punti. Stesso discorso per il Parma, i neroverdi, dopo un ottimo girone d’andata, sembrano aver perso lo smalto e la grinte vista all’inizio. Un gradino sotto troviamo il Cagliari di Maran (30) che alterna belle prestazioni in casa ma altrettanto brutte in trasferta: con il successo sulla Fiorentina si è tenuto a debita distanza dalla zona a rischio. Passiamo alla zona salvezza cominciando dalla Spal a 26 punti. La squadra di Semplici, dopo un periodo negativo, ha rialzato la testa battendo la Roma. Di un punto indietro a 25 ci sono Udinese (una gara in meno) e l’Empoli. I friulani allenati da Nicola, che vengono da due sconfitte con le prime della classe, puntano a chiudere una stagione al di sotto delle aspettative. I toscani del rientrato Andreazzoli con il successo sul Frosinone hanno preso ossigeno prima degli incroci proibitivi contro Juventus e Napoli.

Eccoci alla zona rossa. A 24 punti troviamo il Bologna rinato dalla cura Mihajlovic  che sta viaggiando sulle ali dell’entusiasmo in seguito ai due successi consecutivi contro Torino e Cagliari. A 17 punti ecco il Frosinone di Baroni che, con la sconfitta di ieri sul campo di Empoli, vede la salita farsi ancora più dura e ardua. Chiude il Chievo di Di Carlo a 11 punti ( con un -3) che, nonostante le buone prestazioni offerte, pare ad essere il primo candidato a retrocedere in serie B.

potrebbe interessarti ancheCalciomercato Juventus, l’obiettivo è Pogba: ecco il piano di Paratici

Sebbene per lo scudetto sia ormai tutto deciso, il campionato resta aperto in tutte le altre posizioni di classifica; ora la sosta prima del rush finale della stagione 2018/2019.

notizie sul temaMilan, un fallimento annunciato: Gattuso non è mai stato l’uomo giusto per i rossoneriCoppa Italia, orari e programma delle semifinali di ritornoSemifinale Coppa Italia, Milan-Lazio 0-1 (Video gol): biancocelesti in finale. Decide una rete di Correa
  •   
  •  
  •  
  •