Verso Italia-Liechtenstein, Mancini: “Riportato entusiasmo grazie al gioco, siamo felici”

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui

Verso Italia-Liechtenstein, le parole di Mancini in conferenza stampa. Dopo l’esordio vincente nelle qualificazioni a Euro 2020, poco fa ha parlato nella conferenza di viglia il C.T. dell’Italia in vista della seconda partita, quella contro il Liechtenstein, in programma domani sera a Parma.


L’esordio contro la Finlandia nelle qualificazioni agli Europei 2020 è stato più che positivo, sia per il risultato ottenuto che per la prestazione offerta. Adesso l’Italia di Roberto Mancini vuole continuare su questa strada: nel secondo match del girone J di qualificazione ai prossimi europei, i nostri ragazzi sono chiamati ad affrontare il Liechtenstein. Gara sulla carta particolarmente abbordabile quella in programma domani, martedì 26 marzo, allo stadio Tardini di Parma, ma per Roberto Mancini vietati i cali di tensione. Queste le sue parole: “In partite così si pensa sempre a fare qualcosa in più, e questo è l’errore che rischiamo di fare domani sera. Invece servirà fare pochi errori e seguire sempre il filo del gioco. Una squadra diventa forte soltanto se mantiene sempre lo stesso atteggiamento, indipendentemente da quale sia l’avversario da affrontare. Iniziamo ad avere alcune partite insieme e quindi abbiamo il nostro gioco sia se affrontiamo il Brasile, sia se giochiamo contro il Liechtenstein, che tra l’altro ha un allenatore di esperienza che conosce bene il calcio. Quando siamo arrivati volevamo riportare entusiasmo e non potevamo farlo se non attraverso il gioco: di questo siamo felici.

potrebbe interessarti ancheSarri, è addio con il Chelsea? Dall’Inghilterra: “Torna in Italia”

Come sempre non potevano non mancare le battute sugli altri allenatori. Oggi è toccato ad Arrigo Sacchi, che nei giorni scorsi si è complimentato con Roberto Mancini per il bel gioco offerto dalla sua Nazionale. “I complimenti di Sacchi? Ha sbagliato, arriva con 24 anni di ritardo. A parte gli scherzi, complimenti del genere fanno piacere. Sacchi ha cambiato la storia del calcio.

Come di consueto anche uno sguardo alle probabili formazioni in vista della sfida di domani sera. Il CT stesso ha inoltre annunciato qualche cambio di formazione rispetto all’ undici iniziale che ha affrontato la Finlandia a Udine: “Sicuramente cambieremo qualcosa, ma non ho ancora scelto; deciderò tutto soltanto dopo l’allenamento. Cambieremo tre o quattro giocatori, uno o forse due in difesa. Quagliarella? Non è un giocatore a gettone, sa giocare a calcio ed è qui perché lo merita: abbiamo bisogno di gol e abbiamo bisogno di lui. La Nazionale del futuro? Seguiamo Roberto Inglese, un ragazzo che sta migliorando e che verrà nuovamente convocato in futuro.”

potrebbe interessarti ancheLippi: “La Juventus aspetta la fine di tutte le competizioni europee per il prossimo allenatore”

Ecco un estratto della conferenza di Roberto Mancini:

notizie sul temaDybala verso l’Atletico Madrid, sostituirà GriezmannLa volata Champions. Vincere per arrivare fino in fondoTrapattoni vs Byron Moreno, lo scontro impari tra un titano del calcio e un ex carcerato
  •   
  •  
  •  
  •