Napoli, Ancelotti risponde ai giornalisti:”Voi non state bene”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

potrebbe interessarti ancheFabian Ruiz obiettivo del Real Madrid

Ieri il Napoli di Carlo Ancelotti, ha sbancato il Bentegodi di Verona per 1-3 , mandando i “mussi” in serie B matematicamente. Una vittoria senza grosse difficoltà, senza sforzarsi più del dovuto, che ha confermato il secondo posto degli azzurri che mantengono la distanza sull’Inter a più 7 , a sei giornate dalla fine.
Una doppietta di Koulibaly, che ancora doveva segnare in questa stagione, ed il 17mo gol di Arek Milik, portano i 3 punti al Napoli, in vista della decisiva gara del San Paolo di giovedì contro l’Arsenal per il ritorno di Europa League dei quarti di finale. Ancelotti ha schierato contemporaneamente Insigne, Milik e Mertens, forse provandoli per la gara contro i “gunners” ed è sembrato che i tre si siano calpestati i piedi. Ma la partita di Verona, si può definire una sgambatura, anche visto l’atteggiamento rinunciatario dei veneti.
Durante le interviste, il tecnico azzurro Carlo Ancelotti, ha mostrato ottimismo e soddisfazione, ed in conferenza ha risposto alquanto seccato ad alcune domande, di giornalisti: “E’ stata una buona reazione dal punto di vista mentale dei ragazzi. A partire dal faccia a faccia ad inizio gara e dell’abbraccio. Ultimamente le gare le abbiamo affrontate con troppa superficialità e non va bene. E stiamo bene fisicamente, se la pensate al contrario, voi non state bene. Voi vivete in un altro mondo. “ Poi per giovedì sera, crede nella spinta del pubblico del San Paolo, che si prevede tutto esaurito, o quasi: “Sarà una partita da prendere diversamente rispetto all’andata. Dobbiamo crederci, e mi fido della spinta dei nostri tifosi, che ci aiuteranno.”

potrebbe interessarti ancheStorie di Calcio: Michel Platini

notizie sul temaSarri, come si passa dalla tuta alla cravattaLa prossima Serie B al via il 24 agosto. Ecco tutte le cose da sapereJuventus-Napoli non solo in campo, tra tradimenti e cori ‘ngrati
  •   
  •  
  •  
  •