Juventus campione d’Italia: la situazione in classifica dopo 33 giornate

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui


Come volevasi dimostrare la Juventus è riuscita a vincere l’ottavo scudetto consecutivo con un record di punti assoluto (87). Merito di Massimiliano Allegri che saputo rendere efficace un intero collettivo: resta l’amarezza per l’eliminazione dalla Champions League con l’auspicio di riprovarci l’anno prossimo. Detto questo analizziamo la classifica nel dettaglio:

Parte sinistra: ecco il Napoli di Ancelotti con 67 punti che sembra aver perso lo smalto e la grinta che aveva negli anni scorsi complice l’uscita dall’Europa League. L’obiettivo dei partenopei è conservare la seconda piazza. Al terzo posto troviamo l‘Inter di Spalletti (61) che ha trovato stabilità dopo la burrascosa vicenda Icardi: al quarto posto troviamo Milan e Atalanta con 56 punti. I rossoneri di Gattuso, dopo un periodo opaco, hanno ripreso a far risultati: l’obiettivo è la qualificazione in Champions League. Gli orobici ogni anno stanno stupendo sempre di più: merito di Gasperini che in tre anni ha saputo raggiungere dei risultati straordinari valorizzando tanti giovani; la ciliegina sulla torta qualificarsi alla finale di Coppa Italia. Al quinto posto troviamo la Roma di Ranieri (54) apparsa in ripresa nonostante tante difficoltà in questo periodo: la qualificazione in Champions salverebbe in parte la stagione. Al sesto posto il Torino di Mazzarri con 53 punti: l’obiettivo Europa League adesso sembra alla portata. Al settimo ecco la Lazio di S.Inzaghi (52) reduce dallo scivolone interno contro il Chievo; i biancocelesti hanno come riscatto la semifinale di ritorno in Coppa Italia. All’ottavo posto la Sampdoria di Giampaolo (48) un po’altalenante in questo periodo: l’obiettivo Europa sembra difficile ma non l’ottavo posto che migliorerebbe il piazzamento della scorsa stagione. Chiude il cerchio la Fiorentina del secondo ciclo Montella (40) in una stagione anonima con l’Europa ormai impossibile da raggiungere.:resta l’entrata secondaria ossia la Coppa Italia ma attenzione non sarà facile eliminare l’Atalanta di questi tempi.

potrebbe interessarti ancheDimissioni Leonardo: la Champions salva Gattuso

Parte destra: ecco il Cagliari di Maran ormai tranquillo con 40 punti e fuori dai ogni pericolo. Seguono Sassuolo e Spal con 38: i neroverdi di De Zerbi dopo una prima parte di stagione più che buona nella seconda hanno vistosamente rallentato scivolando nella parte destra della classifica quasi a ridosso della zona calda; la permanenza nella massima serie non è in pericolo. Gli spallini di Semplici, dopo la vittoria di Empoli e le precedenti contro le grandi (Roma, Lazio e Juventus) hanno messo un’ipoteca sulla salvezza. A 36 troviamo il Parma di D’Aversa che a forza di sconfitte e pareggi sta vivendo questo finale di stagione con qualche patema di troppo; la salvezza resta vicina ma servirà ancora qualche vittoria per stare al sicuro. A 34 ecco le due compagini rossoblù Genoa e Bologna: i grifoni, dopo la vittoria contro la Juventus si sono clamorosamente inceppati incassando brutte sconfitte scatenando la contestazione dei tifosi; la società di Preziosi ha deciso di concludere con Prandelli, dopo le voci di un ritorno di Ballardini. Discorso opposto per i felsinei che con Mihajlovic si sono tirati fuori dalla zona rossa a suon di vittorie: se prima la salvezza era una chimera ora sembra alla portata. A 33 punti l’Udinese che con Tudor sembra essersi risvegliata ma non si può ancora dire che è fuori pericolo.

potrebbe interessarti ancheSqualificati Serie A 38°turno: tre turni per Barba. Multe per Napoli, Roma e Fiorentina

Zona rossa: a 29 punti troviamo l’Empoli di Andrazzoli inguaiato dopo la sconfitta interna contro la Spal. Ora lo scontro diretto col Bologna per tentare di rientrare nella lotta salvezza. A 23 punti il Frosinone di Baroni ormai avviatosi verso la retrocessione: tanta volontà da parte dei ciociari ma la qualità tecnica non sembra essere stata sufficiente per la permanenza alla categoria. Chiude il Chievo retrocesso con 14 punti in una stagione nata male con i 3 punti di penalizzazione. L’obiettivo degli uomini di mister Di Carlo è di chiudere onorevolmente la stagione.

notizie sul temaSarri, è addio con il Chelsea? Dall’Inghilterra: “Torna in Italia”Calciomercato, Andrè Silva torna a casa MilanLippi: “La Juventus aspetta la fine di tutte le competizioni europee per il prossimo allenatore”
  •   
  •  
  •  
  •