Manchester City-Tottenham 1-0, la decide un colpo di testa di Foden

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Foden decide l’attesa rivincita – se così si può chiamare –  tra Manchester City e Tottenham. Le due squadre si sono incontrate due volte in questa settimana e l’epigono è stato sempre lo stesso: vittoria per i Citizens di Guardiola. Se il trionfo in Champions è stato inutile, dato che gli Spurs hanno conquistato le semifinali nonostante la sconfitta per 4-3, quest’oggi la situazione è stata ben diversa. Aguero & co. grazie a questi tre punti avanzano in classifica portandosi momentaneamente al primo posto e superando uno degli scogli più grossi di questo finale di campionato.

potrebbe interessarti ancheLIVE Guardiola – Juventus, aggiornamenti in tempo reale: il 28 Maggio possibile annuncio

Guardiola ha optato per una formazione differente rispetto ai quarti di Champions, inserendo nomi nuovi come Foden, Zinchenko e Stones. Proprio Foden sblocca il match dopo appena 5 minuti di gioco con un preciso colpo di testa in tutto su assist de El Kun Aguero, oggi rimasto a secco. La prestazione dei campioni in carica è stata esemplare anche se il nervosismo in campo è risultato notevole. Gli Spurs di Pochettino sono apparsi piuttosto arrendevoli e stanchi (le fatiche di coppa si sono fatte sentire), non generando particolari problemi ai padroni di casa, che hanno gestito abbastanza tranquillamente il match.

Rigore non visto da Oliver

potrebbe interessarti ancheKlopp e l’Europa mai conquistata: a Madrid sarà la volta buona?

Il club londinese si è reso pericoloso con qualche sgroppata dei soliti Son e Lucas, arrivati sempre scarichi davanti a Ederson. Gli uomini di Guardiola hanno avuto varie chance per chiedere i conti nella ripresa. L’occasione più limpida è sui piedi di Sterling, pescato a centro area da Sane – partito dalla panchina anche oggi – ma la sua conclusione viene respinta con i piedi da un reattivo Gazzaniga. Nota stonata di giornata per il City è l’infortunio di Kevin De Bruyne, uscito al 38′ minuto per far spazio a Fernandinho. Il team di Pochettino può recriminare per il netto fallo di mano in area di rigore da parte di Walker, unica svista dell’ottimo arbitro Oliver.

Domani il Liverpool avrà la chance di tornare in vetta, affrontando il modesto Cardiff fuori casa ma i Reds hanno una partita in più del City e qualora il team dell’Etihad dovesse spuntarla nel derby cittadino contro lo United nella prossima giornata, sarebbero dolori per la compagine di Klopp.

notizie sul temaJuventus, Guardiola sarà il prossimo allenatore dei bianconeriInghilterra: addio Brexit, anzi no!Raheem Sterling: il giocatore simbolo del Manchester City
  •   
  •  
  •  
  •