Serie A, via al valzer delle panchine

Pubblicato il autore: Dario Magnani Segui

Serie A, cambi in panchina. Con l’ imminente arrivo di Antonio Conte all‘Inter, la cui ufficialità è questione di ore, solo quattro delle prime dieci classificate ha già l’ allenatore sicuro per la prossima stagione.
Dopo un incontro chiarificatore con Percassi, Giampiero Gasperini ha deciso di continuare alla guida dell’Atalanta  in Serie A portando avanti  la sua meravigliosa avventura in quel di Bergamo giocandosi la Champions League con i neroazzurri.
Altro mister che sicuramente  non cambierà panchina è Walter Mazzarri il quale dopo una stagione ottima conclusa al settimo posto , anche se, a meno di sanzioni dell’Uefa per il Milan, non valevole per l’ Europa, può sperare in un’altra stagione positiva.
Carlo Ancelotti, invece, rimanendo a Napoli dovrà migliorare la stagione appena conclusa, dal mio punto di vista non troppo positiva sia a livello di gioco che di risultati, in particolare in campo europeo.
Per tutte le altre squadre si dovrà attendere ancora qualche settimana prima che vadano a verificarsi tutti gli incastri che porteranno al quadro generale.

Capitolo Juventus. Il favoritissimo a sostituire Max Allegri è Maurizio Sarri che significherebbe un cambio anche di mentalità da parte della dirigenza bianconera. Quasi un’ammissione di aver capito che senza gioco in Europa non si vince. Il tecnico toscano sarà libero dopo la finale di Europa League in quanto Abramovich ha scelto Lampard per i Blues non riconoscendo a Sarri comunque una stagione molto positiva con il terzo in Premier e una finale di Europa League ancora da giocare. Altre suggestioni per i campioni d’Italia della Serie A sono Guardiola, le cui possibilità di vederlo in bianconero sarebbero consistenti solo in caso di esclusione dalle Coppe del Manchester City, e Pochettino, che non ha nascosto in conferenza la voglia di cambiare in qualsiasi modo vada la finale di Champions di sabato. Difficilissimo Klopp e più indietro nelle gerarchie Simone Inzaghi.

potrebbe interessarti ancheAtalanta, oggi allenamento al Centro Bortolotti di Zingonia

Serie A, che succederà a Milan e Lazio?

Per il Milan, invece, non sono tempi facili. La qualificazione mancata alla Champions League nel campionato appena concluso di Serie A, avrà un peso enorme su i progetti futuri e sulle direttive che darà l’Uefa. Molto probabile un’ esclusione dalle Coppe per la prossima stagione con il Milan non intenzionato neanche a fare ricorso. Questo significa ridimensionamento come annunciato dallo stesso Gazidis, che ha affermanto che non si compreranno top player, ma che resterà Maldini dopo gli addii di Gattuso e Leonardo. Per la panchina si pensa a Jardim di poco favorito su Simone Inzaghi ed Eusebio Di Francesco.
Se i rossoneri non stanno vivendo momenti facili , paradossale e peggiore è anche la situazione della Roma. Ad un ambiente che ormai insorge contro la dirigenza, si aggiungono i rifiuti prima di Conte e poi di Gasperini, che ha reputato più solido il progetto atalantino che quello giallorosso e questo fa pensare. Perchè non tenere Ranieri allora?.
I nomi che ora si fanno sono quelli di Gattuso, anche in orbita Newcastle e Sampdoria, nel caso in cui Marco Giampaolo dovesse lasciare i blucerchiati per sposare proprio la causa romanista.

La Lazio, invece, aspetta il da farsi. La dirigenza vorrebbe tenere Inzaghi ma non si opporrebbe nel caso quest’ ultimo volesse cambiare aria visto che è controproducente tenere un Mister senza più stimoli. Per questo Tare si è già mosso alla ricerca di alcuni profili graditi.
I nomi sono quelli di Mihalovic, Gattuso e Giampaolo, ma è ancora difficile dire chi sia il favorito visto che la Lazio aspetterà i movimenti delle altre e poi prenderà una decisione.

potrebbe interessarti ancheInter-Milan Serie A Femminile streaming e diretta tv Sky, dove vedere il match 13 ottobre ore 15

Serie A, cosa faranno gli allenatori liberi?

Max Allegri potrebbe prendersi un anno di pausa dalla Serie A, ma anche tornare subito. Dopo che si era vociferato di un possibile ritorno a Milano sponda rossonera, cosa non plausibile ora visto le ambizioni ridimensionate, il tecnico toscano potrebbe volere un’esperienza all’estero. Occhio alla panchina blaugrana,vacante dopo l’ esonero di Valverde, anche se il favorito è l’allenatore della nazionale belga,che però potrebbe avere difficoltà nel rescindere con la sua federazione. Quindi le mete più probabili per Max sono Parigi e Londra, sponda Spurs in caso di addio di Pochettino.
Luciano Spalletti al 90% rimarrà fermo dalla Serie A anche per riprendersi dalla scomparsa del fratello (Condoglianze Mister) e dopo due anni molto intensi all’Inter. Sarà sicuramente un’ ombra su qualsiasi allenatore in difficoltà di un squadra medio-alta nella prossima stagione. Si è vociferato anche di un interesse del Milan, ma è difficile pensare che Luciano decida di andarci dopo la sua esperienza ancora fresca sull’altra sponda meneghina.

notizie sul temaSampdoria-Roma probabili formazioni, Serie A 2019-20Serie A in pausa: la situazione dopo 7 giornateSassuolo-Inter probabili formazioni, Serie A 2019-20
  •   
  •  
  •  
  •