Impresa del Liverpool, il calcio è dell’Inghilterra

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Liverpool’s Divock Origi celebrates scoring his side’s fourth goal of the game during the UEFA Champions League Semi Final, second leg match at Anfield, Liverpool.

Il calcio, ovvero il football è nato in Inghilterra. Lo sport più seguito al mondo, è dell’Inghilterra, e ieri, ne abbiamo avuto ancora la prova. Per passione, volontà, forza e soprattutto, tifo. L’impresa del Liverpool, contro il Barcellona, resterà nella storia.  I catalani, forti di un vantaggio di 3 gol, è stato eliminato, da una squadra senza due dei migliori elementi come Salah, e Firmino, ma è stato aiutato da un Anfield Road spaventoso, per incitamento, vicinanza e voglia di vincere. Impressionante quell’ You’ll never walk alone, che lascia la bocca aperta. In Italia, dove per il calcio si scende in piazza a protestare, bisogna imparare anche questo. Le imprese sono difficili, ma non impossibili, ed i Reds di Jurgen Klopp ne hanno dato la prova. Barça che scende con la formazione titolare, ha pensato più a contenere, che a controbattere la forza d’urto degli inglesi, ma Messi, protagonista assoluto all’andata e compagni, nella ripresa sono scomparsi. Diciamo la verità, il risultato dell’andata era un po’ troppo pesante per i Reds, che poi ieri hanno ribaltato il risultato, andando in finale per la nona volta in Champions, o Coppa dei Campioni per i romantici, e per la seconda volta consecutiva. Chi prenderanno? l’Ajax dei ragazzi terribili che ha fatto fuori Real Madrid e Juventus, o il Tottenham, che dovrebbe vincere ad Amsterdam? almeno, non sarà una finale, con le stesse squadre di sempre.

potrebbe interessarti ancheSarri-Juventus, “Dai diamanti non nasce niente…”
potrebbe interessarti ancheJuventus-Napoli non solo in campo, tra tradimenti e cori ‘ngrati

notizie sul temaSarri è il nuovo allenatore della Juve, delusione a NapoliJuventus:ufficializzato l’arrivo di Sarri in panchinaGuardiola – Juventus, aggiornamenti in tempo reale: ufficiale Sarri, spagnolo irraggiungibile
  •   
  •  
  •  
  •