Mbappe-Real Madrid, questione di responsabilità

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui


Una cosa è certa: il sogno di qualsiasi club in Europa si chiama Kylian Mbappe. Il prodigio francese è oramai un calciatore esperto e maturo già a 20 anni. In questa stagione ha realizzato 33 reti in Ligue 1, arrendendosi solo a Leo Messi per la corsa alla Scarpa d’Oro. Il Real Madrid lo sogna da tempo e la destinazione pare essere gradita al giovane. Non potrebbe essere altrimenti.

Perez non lo ammetterà mai, ma la cessione di Cristiano Ronaldo alla Juventus ha determinato un calo offensivo drastico nel reparto offensivo merengue. I problemi in questa stagione non provengono di certo solo dall’attacco, ma togliendo le grandinate di gol di CR7, inevitabilmente sono arrivati meno punti e meno trofei.

potrebbe interessarti ancheIl futuro di Bonucci è già segnato: via dalla Juventus a gennaio?

Le merengues vogliono l’erede naturale del portoghese e Kylian ha certamente il profilo giusto. Zidane stravede per lui così come Perez e a una domanda che gli è stata posta, riguardante proprio il calciatore del PSG, Zizou ha risposto: “Mbappe? Sta bene dove sta…”. Risposta condita da un’espressione ironica che allude appunto al forte interesse che le merengues hanno nei confronti del classe 1998.

Questione di responsabilità

potrebbe interessarti ancheLazio, Milinkovic-Savic destinato a partire: si fa avanti anche un’italiana?

Come ha lasciato intendere qualche settimana fa, Mbappe è pronto a fare il salto di qualità. Il calciatore vuole più responsabilità e si è stancato di radere al suolo le disorganizzate difese della Ligue 1, oramai pane per i suoi denti da anni. L’ex Monaco vuole confrontarsi in un campionato di valore come la Liga, prendendosi una responsabilità non da poco: far rinascere il Real Madrid. Quando Cristiano Ronaldo approdò al Bernabeu, ci mise diversi anni per riuscire in tale impresa, ma alla fine l’obiettivo fu portato a termine. Kylian vuole seguire le orme del suo idolo, presente in ogni angolo della sua cameretta da ex adolescente. Il prodigio si è fatto uomo. È ora di tirare fuori gli attributi e riportare il Madrid in alto.

notizie sul temaDalla Spagna: Juventus, ritorno di fiamma per un talento del Real Madrid. I dettagliNeymar, che schiaffo al PSG: “Mio ricordo più bello il 6-1 in Champions con il Barcellona”Zidane lascia il ritiro del Real Madrid per problemi personali
  •   
  •  
  •  
  •