Messi non basta più al Barcellona, nostalgia Iniesta-Xavi-Neymar?

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui


La batosta di Liverpool e il triplete sfumato stanno ancora facendo male al Barcellona di Valverde. I blaugrana si sono lasciati sfuggire pure il double ieri sera contro il Valencia, vittorioso per 2-1 nella finale di Coppa del Re. Una brutta sconfitta, inaspettata ma non proprio. Infatti, lo stato d’animo di Messi e compagni è radicalmente sprofondato verso il basso dopo il 4-0 di Anfield, match che ha spazzato via molte certezze.

Leo il suo lo ha sempre fatto e pure in questa stagione. L’argentino si è da poco aggiudicato la Scarpa d’Oro, battendo il talento del PSG, Kylian Mbappe: sono 51 le reti stagionali di Leo, ben 36 nella Liga. Numeri che potrebbero essere più che sufficienti per il sesto Pallone d’Oro, ma il fuoriclasse argentino è comunque scuro in volto. Il suo talento è cristallino come sempre ma non basta più per portare al Camp Nou il triplete. Il Barcellona ha sempre lottato su tutti fronti e l’obiettivo di questa stagione era proprio quello di fare il tris. Ma manca qualcosa.

potrebbe interessarti ancheMondiali basket: con la Spagna medaglia d’oro, ecco la classifica finale della rassegna iridata

Addii pesantissimi

Nonostante le vittorie in Liga, il triplete non arriva dal 2015 in piena era Luis Enrique. All’epoca il Barcellona contava in squadra giocatori che hanno fatto la storia di questo club e non solo: parliamo dei due campioni del mondo 2010/Europa 2008-2012, Xavi e Iniesta, così come di Neymar Jr. Gli addii dei due centrocampisti hanno sancito con il clamoroso calo del Barcellona in Europa ma pure l’addio del brasiliano – ora al PSG – è stato senza dubbio un brutto colpo. Neymar formava insieme a Suarez e Messi, il miglior tridente della storia del calcio.

potrebbe interessarti ancheArgentina-Spagna streaming gratis e Diretta Tv Mondiali Basket: Dove vedere la Finale

Ciò pesa tantissimo dato che oltre alla mancanza di Neymar, c’è pure il declino in zona gol di Suárez, assolutamente non decisivo in Europa. Per quanto concerne il gioco, la personalità e la sicurezza a centrocampo, Xavi e Iniesta si fanno sentire più di tutti. Non solo per il Barcellona, ma anche per la Spagna. I vari Arthur, Dembele, Coutinho ecc. non sono stati assolutamente all’altezza in Europa. Messi non viene più servito come si deve dai compagni, i quali si sono messi al riparo acquistando De Jong dall’Ajax. Il giocatore olandese potrebbe fare al caso loro per ritrovare le giuste geometrie a centrocampo e far ritornare il tiki taka a livelli di grandezza elevati. Nel calcio, la leggenda che basta un giocatore per trionfare su tutti i fronti è assolutamente utopia. La Nazionale di Aragones e Del Bosque lo dimostra: per trionfare ci vogliono tanti interpreti e tutti di qualità. La squadra porta alla vittoria, non il singolo.

notizie sul temaMaiorca-Athletic Bilbao: diretta tv e streaming, dove vedere match Liga, 13 settembrestadio di proprietàJuventus-Barcellona Femminile 0-2 (Video Gol Highlights): le bianconere ko ad AlessandriaArgentina-Messico: diretta tv e streaming, dove vedere amichevole 11 settembre, ore 04:00
  •   
  •  
  •  
  •