Milan, Gattuso: “La società non aveva chiesto la Champions obbligatoria”

Pubblicato il autore: Laurapetringa Segui

Gattuso. Nell’ultima conferenza stampa, Gennaro Gattuso, al Milanello Sports Center di Carnago presenta la gara con la Spal, l’ultima speranza di Champions League per la squadra passa proprio da lì. L’allenatore milanista si apre su molti temi, ecco i principali temi che ha trattato con i giornalisti.

“Allenare il Milan è stato un sogno e spero che il sogno continui. La società non mi ha mai chiesto obbligatoriamente la Champions, mi ha chiesto di provarci. Salto di qualità? Serve qualcuno con esperienza, che si assuma responsabilità nello spogliatoio”

Quale sarà l’approccio alla partita?

potrebbe interessarti ancheSpal-Atalanta Biglietti: cambio Orario Vendita

 “Non possiamo avere il braccino, come nell’ultima di campionato. Lì abbiamo fatto male al primo tempo, gioco poco fluido. Poi ci ha svegliato il rigore parato da Donnarumma: non possiamo permetterci un avvio come quello contro il Frosinone”

Bilancio con o senza Champions?
 “Abbiamo fatto più punti dell’anno scorso. L’Atalanta sta facendo un miracolo sportivo. Altre squadre avevano qualcosa più di noi e sono dietro in classifica; e noi siamo lì.Non è da buttare via il lavoro che abbiamo fatto. La società non mi ha mai chiesto obbligatoriamente la Champions, mi ha chiesto di provarci. Siamo all’ultima giornata e ci sto provando. “

Come hai visto i giocatori?
 “Non ho visto valigie e armadietti svuotati. Ho visto grande professionalità nel preparare questa partita. Stessa grande partecipazione anche dai dirigenti. Sappiamo che ci giochiamo tanto e abbiamo preparato al meglio la sfida. Io via dopo l’ultima partita? Anche la mia stanza non è vuota. Allenare il Milan è stato un sogno e spero che il sogno continui. Un onore allenarla e spero di farlo ancora a lungo”. 

 Rimpianti?
“Rifarei tutto, non sono un calcolatore. Sono spontaneo e rifarei tutto quello che ho fatto. A livello tecnico-tattico degli errori, da parte mia, ci sono stati. Vorrei migliorare questo aspetto. Non è una stagione negativa. Nei momenti di difficoltà siamo sempre usciti fuori. E’ merito dei ragazzi. Il rimpianto è stato non aver dato il meglio proprio quando eravamo sereni”.

potrebbe interessarti ancheDonnarumma ancora nel mirino del Psg, ma il Milan vuole il rinnovo…..

Cosa succederà a fine partita?
“A fine partita l’abbraccio con il gruppo ci sarà, mi hanno dato tanto. Domani ci manca solo la ciliegina sulla torta. Penso che questi ragazzi si meritano un grande abbraccio e grande rispetto da parte mia. Ho solo parole positive per questo gruppo”.

 Chi temi di più della Spal?
Conosco bene la Spal, e i suoi giocatori. E’ da un po’ di anni che affronto Semplici, ogni anno migliora e fa giocare sempre meglio le sue squadre. Loro hanno i due esterni che vanno a duemila. Lazzari e Fares sono pericolosi. Attenti a loro e al collettivo: ci sarà da battagliare e far fatica. Noi dobbiamo fare il nostro dovere.”

notizie sul temaSuso alla Fiorentina? I viola sognano lo spagnolo dopo il colpo RiberyUdinese-Milan, Giampaolo punterà sui vecchi. Correa dipende da André SilvaMilan-Jovic, Piatek non segna e il serbo del Real finisce nel mirino rossonero
  •   
  •  
  •  
  •