Milan, la rivoluzione di Gazidis:”Maldini resta, grazie a Leonardo e Gattuso”

Pubblicato il autore: SimonaLucia93 Segui


I rossoneri non sono riusciti ad entrare in Champions League. Una grande delusione per il club e per Gattuso stesso, i quali speravano di rientrare nell’ambita Champions e risollevare le sorti della squadra. Purtroppo, però, il sogno e la speranza, sono stati sostituiti dalla delusione per la sconfitta. D’altronde i problemi del Milan non finiscono qui. Da tempo, ormai, sono noti i conflitti tra Gazidis e Leonardo. Per questa ragione, si parlava spesso della possibilità che quest’ultimo potesse dire addio al club, dando il via alla rivoluzione di Gazidis. Probabilmente si dimetteranno dalla squadra anche Maldini e Gattuso, lasciando un grande punto interrogativo su quali saranno le sorti del Milan.

Le dichiarazioni di Gazidis sul Milan

Le dimissioni di Leonardo erano attese già da diverso tempo e sono state ufficializzate, nonché accettate, dalla società sportiva stessa. L’ex direttore generale dell’area tecnico-sportiva, ha lasciato i rossoneri dopo un anno intenso e pieno di ostacoli, contrassegnato da diversi infortuni. Probabilmente, a far pendere l’ago della bilancia verso la decisione effettiva di dire addio al club, è stata la mancata qualificazione in Champions League, dando il via a una nuova rivoluzione volta al ringiovanimento della rosa e al taglio degli ingaggi.

potrebbe interessarti ancheMilan-Lecce streaming e diretta tv, dove vedere Serie A domenica 20 ottobre ore 20:45

A tal proposito, per la prima volta dopo diversi mesi dal suo ingresso nel club, Gazidis rilascia delle dichiarazioni – ai microfoni della Gazzetta dello Sport – per spiegare qual è la situazione del Milan. Innanzitutto, siccome i rossoneri stavano affrontando una grande difficoltà, con l’acquisto di Elliot a luglio, sono stati in grado di risollevarne le sorti in maniera magistrale. In particolare, anche Leonardo è riuscito a compiere della azioni che hanno permesso alla squadra di migliorare notevolmente e di riprendersi. Pertanto, aggiunge Gazidis “gli saremo sempre grati“.

Per quanto riguarda, invece, gli addii previsti, ha dichiarato: “Leo ha deciso di lasciare e vivere nuove sfide […]. Nessun conflitto, ma il massimo riconoscimento per lui e per il suo grande sforzo. Non ho parole per descrivere Gattuso: un uomo straordinario che ha portato la piena responsabilità della stagione sulle sue spalle […] non ce la faceva a portare ancora questo peso. Ma Rino rimarrà un amico del club per sempre”.

potrebbe interessarti ancheProbabili Formazioni Serie A, 8a giornata:Inter senza Sanchez, Higuain dal 1′?

Gazidis fa riferimento al futuro direttore sportivo della squadra

Molte indiscrezioni avevano lasciato intendere che Gazidis puntasse su Campos, come nuovo direttore sportivo in sostituzione di Leonardo. In realtà, Gazidis ha dichiarato – ai microfoni della Gazzetta dello Sport – che non ha mai pensato a lui come direttore sportivo, poiché è un dirigente del Lille e, pertanto, non andrà al Milan. D’altro canto, Gazidis punta su Maldini: “Vorrei davvero che Paolo restasse con noi e mi aiutasse in questa grande sfida con un ruolo sempre più centrale e importante. Lui rappresenta i valori e la cultura del club. Vedi Maldini, vedi il Milan. Lui è ideale per gestire l’area tecnica”.

Attualmente Maldini è ancora incerto sulla sua scelta di restare o meno nel Milan. Quindi, dovrà ancora far sapere a Gazidis quale sarà la sua decisione in merito all’incarico importante che gli è stato proposto. D’altro canto, le novità nel club non sono finite poiché anche Gattuso ha deciso di rinunciare alla sua amata squadra. Pertanto, il Milan dovrà scegliere un nuovo allenatore e, tra i nomi prescelti, spiccano quelli di Inzaghi, Sarri e Di Francesco.

notizie sul temaSqualificati Serie A, gli indisponibili per l’8a giornata: stangata per FonsecaSerie A, la classifica dei tifosi di tutte le squadre: la Juventus domina con 9 milioni, l’Inter supera il MilanInter-Milan Serie A Femminile streaming e diretta tv Sky, dove vedere il match 13 ottobre ore 15
  •   
  •  
  •  
  •